venerdì 18 aprile 2014

BRINDISI ED AVELLINO DOMANI SI CONTENDERANNO UNA VITTORIA PREZIOSA PER ENTRAMBE

Il quintetto base dell'Enel Basket Brindisi

Il campionato di Lega A riprende il cammino con la 27^ tornata di gare dopo la pausa di sette giorni fa con la disputa del confronto annuale tra una rappresentativa della nazionale italiana e il team degli All Stars composto per intero da giocatori americani. Per l'Enel Basket Brindisi si è trattato di un riposo assai relativo, visto che Piero Bucchi ha potuto avere a disposizione la squadra al completo di tutti gli effettivi soltanto da lunedì scorso, quando Zerini, James e Dyson hanno lasciato il ritiro di Ancona per fare ritorno a Brindisi. 
Domani pomeriggio, intanto, per un derby ancora una volta incerto e combattuto, scenderà sul parquet del Pentassuglia la Sidigas Avellino di coach Frank Vitucci, un avversario davvero rognoso, che negli ultimi anni ha sempre creato grossi problemi alla squadra bianco-azzurra. Nella gara d'andata, infatti, pur avendo Brindisi disputato una buona prestazione complessiva, la squadra irpina riuscì ugualmente a prevalere con il tiro della staffa del play Cavaliero a 2" dalla fine sul punteggio di 81 pari. Fu per davvero una beffa per l'Enel Brindisi, che aveva condotto per buona parte della gara con grandi meriti per gli uomini di Bucchi.
Avellino, infatti, è una squadra forte e ricca di talento, partita con grandi ambizioni all'inizio del campionato, pur se poi, a metà strada, si è riscoperta orfana del miglior apporto di Dean e Richardson, sui quali Vitucci puntava per il gran salto di qualità. La società ha provveduto a sostituirli entrambi con i nuovi arrivati Foster, Goldwire e Achara, ma i nuovi hanno ancora bisogno di tempo per inserirsi. E poi c'è il fuoriclasse sloveno Lakovic, che ha avuto più di qualche problema fisico e ha giocato a singhiozzo alternando ottime prestazioni con altre di scarso significato. Ciò non toglie, tuttavia, che Avellino si presenterà domani a Brindisi con le migliori intenzioni di portarsi via la vittoria, visto che è a due soli punti dalla zona-playoff. Coach Bucchi, infatti, non ha nascosto le sue forti preoccupazioni per questa partita, anche perchè ha riscontrato ancora qualche problema di natura fisica tra i suoi atleti. Per fortuna, è tornato ad allenarsi con buona continuità Matteo Formenti, che era assente dal campo da oltre due mesi. E sarà lui, infatti, l'unica novità della gara, perchè andrà a coprire l'assenza di Jackson, al quale la società ha dato l'addio, anche perchè non si è potuto provvedere ancora all'arrivo della combo-guard designata perchè tuttora impegnata con la salvezza della squadra per la quale ha giocato fino ad ora.
Si giocherà alle 16,30, in anticipo sull'orario canonico delle altre gare, per consentire la trasmissione on-line della diretta sullo streaming di Gazzetta.it. Una novità della quale certamente gli amanti brindisini della cabala avrebbero preferito fare a meno, visto che Brindisi ha perso fino ad ora nelle due volte che (con la stessa Avellino all'andata e con Bologna tre partite fa) si è giocato al medesimo orario.
Comunque sia, Bucchi ha richiamato i propri giocatori al massimo dell'impegno, visto che mancano soltanto quattro partite alla fine della stagione regolare e Brindisi ha ancora la possibilità di puntare al quarto posto della classifica dovendo ricevere in casa Avellino e Pesaro, alternandole con le due durissime trasferte di Siena e di Sassari. Contando sulla vittoria dei due impegni casalinghi e su eventuali esiti favorevoli in dipendenza dagli scontri diretti delle altre concorrenti, infatti, Brindisi avrebbe ancora buone probabilità di confermarsi al quarto posto attuale: una posizione, cioè, che le potrebbe assicurare buoni vantaggi, come ad esempio quello di giocarsi l'eventuale spareggio in casa invece che in trasferta.
A dirigere la gara con Avellino il designatore ha chiamato la terna composta da Gianluca Sardella, Mark Bartoli e Denny Borgioni.

Nessun commento:

Posta un commento