venerdì 4 aprile 2014

A PORTO S.GIORGIO L'ENEL BASKET BRINDISI VUOL DIFENDERE IL SUO 2° POSTO CON UNA BELLA VITTORIA

Ecco la squadra dell'Enel Basket Brindisi, mentre esce tra gli applausi dopo la vittoria di Pistoia

Apro questo mio articolo rendendo onore al gesto tanto clamoroso quanto generoso compiuto quest'oggi dal direttore generale e dall'allenatore della Sutor Montegranaro nei confronti della società di appartenenza. Conoscendo le grandi difficoltà economiche vissute in questo momento dalla società marchigiana, il diggì Alessandro Santoro e il tecnico Carlo Recalcati hanno deciso di ridursi entrambi lo stipendio per venire incontro alle enormi difficoltà vissute dalla società. Come si sa fin troppo bene, da vari mesi la situazione societaria del presidente Basso e dei suoi soci è andata sempre più a fondo, al punto che, per pagare gli stipendi e per essere in linea con le incombenze societarie nei confronti della Lega, la Sutor ha dovuto privarsi del playmaker Mayo e dei lunghi Collins e Skeen, indebolendo notevolmente la forza della squadra. Nonostante ciò, tuttavia, dirigenti e giocatori non sono arretrati di un passo e stanno portando avanti il campionato facendo ricorso a tutto il proprio impegno, tanto è vero che sono addirittura andati a vincere a Varese e, in casa loro, stanno lottando fino all'estremo delle proprie forze nel tentativo di salvarsi.
Domani sera, a partire dalle ore 20,45, sul parquet del Pala Savelli di Porto S.Giorgio, nell'anticipo della 26^ giornata, toccherà all'Enel Basket Brindisi affrontare la Sutor Montegranaro in uno scontro a dir poco combattuto e avvincente. Recalcati e i suoi uomini ci metteranno forza e coraggio in gran quantità nel tentativo di battere Brindisi e allontanarsi così dal fondo della classifica tenendo Pesaro a debita distanza.
Ma Brindisi, dal canto suo, non è disposta a fare regali a nessuno, impegnata com'è a difendere con i denti quel 2° posto in classifica che le spetterebbe di diritto per tutto quanto ha fatto nel corso di questo campionato. E, allora, coach Bucchi e i suoi giocatori faranno ricorso a tutta la forza d'animo e allo spirito vincente che ormai li anima, per prendersi la rivincita della sconfitta subita a Brindisi nell'andata e per portarsi a casa questi due punti che potrebbero consentir loro di staccarsi di dosso Cantù, che - domenica sera - sarà impegnatissima nella lotta acerrima contro l'Emporio Armani Milano, capolista sempre più solitaria.
Recalcati cercherà in tutti i modi di ruotare con una certa frequenza i sette uomini che gli sono rimasti, nessuno dei quali risulta americano di origine, visto che Sakic e Mitrovic parlano slavo, Lauwers il belga, Kudlacek si esprime nella lingua del ceko Pavel Nedved e Cinciarini, Mazzola e Campani sono italianissimi. Bucchi ha fatto di tutto per far comprendere ai propri giocatori di tenere Montegranaro nella massima considerazione, un concetto che ha ripetuto ieri sera anche il suo vice, Daniele Michelutti, nel colloquio settimanale con i giornalisti: "Noi non guardiamo la classifica e restiamo concentrati, uniti e determinati". Sardella, Sabetta e Di Francesco comporranno la terna di arbitri che il designatore ha inviato nella cittadina marchigiana. Ci pare perfino superfluo aggiungere che l'Enel Brindisi sarà seguita a Porto S.Giorgio da un notevole stuolo di tifosi e di sostenitori, attirati dalla vicinanza geografica con il centro marchigiano, ma soprattutto dalla possibilità di stare vicini alla squadra in una partita di primaria importanza. Tutto ciò, nonostante la gara verrà trasmessa in diretta televisiva sui canali 15 e 187 del digitale terrestre.No

Nessun commento:

Posta un commento