sabato 15 marzo 2014

TRASFERTA DIFFICILE, QUELLA DI CANTU', PER UN' ENEL BRINDISI MALCONCIA E RABBERCIATA

Il bel jump di James Delroy, marcato dal canturino Martin Leunen, nella gara d'andata a Brindisi

Il duello individuale tra Delroy James e Martin Leunen, ripreso in questa bellissima foto di Brindisi Basket City, sarà una delle gemme più preziose del confronto al vertice tra l'Acquasnella Cantù e l'Enel Basket Brindisi di domani sera. A tal proposito, va ricordato che questa partita verrà posticipata alle ore 20,30 per essere ripresa e mandata in onda nella diretta televisiva di Raisport 1 con la telecronaca di Edy Dembiski, coadiuvato dall'opinionista Stefano Michelini. Saranno di fronte sul parquet del Pianella, per la 23^ giornata di campionato, la terza squadra contro la seconda della classifica generale della Lega A, certamente le due formazioni che maggiormente hanno impressionato nel corso di questo campionato, anche per aver contribuito in buona sostanza a schierare spesso in campo giocatori italiani (Stefano Gentile, Aradori, Cusin, Rullo per Cantù; Bulleri, Formenti, Zerini per Brindisi) insieme alla maggiore quantità di stranieri. E sarà certamente un confronto ad altissimo livello, come accadde già nella partita di andata nel Pentassuglia, quando Brindisi riuscì a prevalere per 75-74 al termine di uno scontro durissimo e incerto fino all'ultimo secondo di gara.

Entrambe le squadre accusano vari acciacchi a giocatori importanti del quintetto di partenza: Cantù ha tutti e due i centri - Cusin e Marconato - in forse per scendere in campo, ma Brindisi non sta meglio perchè non sa se potrà schierare Dyson e Todic, che continuano a giocare in condizioni di serie difficoltà per via di infortuni che si portano dietro già da qualche tempo. In settimana, infatti, entrambi sono stati fermi a fare soltanto terapia senza scendere in campo e Bucchi ha dovuto ricorrere a giochi per 4 vs.4 per riuscire ad allenare la squadra. Comunque sia, nel corso della conferenza stampa di ieri sera, sia il giemme Giuliani che l'assistant-coach Michelutti hanno dichiarato che la squadra, pur se menomata dagli infortuni, scenderà in campo a Cantù decisa a dar battaglia agli avversari. Così si è espresso, infatti, il general manager dell'Enel Brindisi sulla gara di domani: “Domenica a Cantù giocheremo una partita molto difficile, contro un avversario di valore che nel suo palasport, in particolare, sa farsi rispettare e che ha una gran voglia di riscattare la sconfitta subita a Siena nello scorso turno di campionato. Insomma, mi aspetto da Cantù molta intensità in campo. Noi dovremo fare di necessità virtù, stante la particolare situazione che viviamo per gli infortuni. Todic migliora di giorno in giorno e l’evoluzione della sua forma è monitorata costantemente. Analogo discorso per Dyson. Per entrambi si deciderà all’ultim’ora se schierarli o meno. Invece, le possibilità di recupero per Formenti sono pochissime per il riacutizzarsi del problema ad una fascia plantare. Per fortuna gli altri stanno bene: almeno questo!”
Insomma, pur se Brindisi pare un po' più svantaggiata, in campo si partirà da una situazione di assoluta parità di valori. Un dato statistico darà certamente una maggiore spinta ai brindisini, i quali vorranno festeggiare nel migliore dei modi - possibilmente con un'altra vittoria - la 100^ partita di Piero Bucchi da quando siede sulla panchina brindisina. A dirigere il confronto tra Cantù e Brindisi è stata designata la terna composta dagli arbitri Vicino, Biggi e Calbucci.





Nessun commento:

Posta un commento