sabato 29 marzo 2014

PISTOIA E BRINDISI NUOVAMENTE A CONFRONTO: LA PRIMA PUNTA AI PLAY-OFF, BRINDISI VUOL CONFERMARE IL 2° POSTO

Andrea Zerini domina al rimbalzo contro Bologna

"L'assassino torna sempre sul luogo del delitto", recita un vecchio detto sempre in voga, specialmente nel mondo dello sport. A distanza di due campionati, infatti, l'Enel Basket Brindisi torna a giocare sul parquet del Pala Carrara di Pistoia, là dove nel giugno del 2012 passò trionfante, conquistando la promozione in Lega A alla 4^ partita dei play-off di Legadue. Ancora un incontro-scontro, quindi, tra due squadre che, negli anni scorsi, hanno sempre dato vita a contese assai sostenute in virtù di ambiziosi traguardi ai quali entrambe mirano da sempre. Ad accentuare, poi, ancor più la bellezza e la vivacità del confronto tra Pistoia e Brindisi si aggiungerà nuovamente la presenza di Paolo Moretti, il coach aretino della squadra toscana, per il quale i brevi trascorsi sulla panchina brindisina evocano di volta in volta ricordi che suscitano sempre in lui la voglia matta di prevalere sportivamente sulla squadra che gli impose il "gran rifiuto". Sta di fatto, però, che, almeno fino ad ora, per il coach pistoiese le sconfitte hanno avuto il sopravvento sulle vittorie.
Domani sera, a partire dalle ore 18,15, le due formazioni daranno vita ad un nuovo capitolo della storia dei loro confronti, guidate sempre da Moretti e Bucchi, gli stessi condottieri che, due stagioni fa, si contesero la 2^ promozione nella massima categoria del basket italiano, dopo quella diretta di Reggio Emilia.
Nonostante le forti difficoltà che l'aspettano, però, Brindisi intende far di tutto per evitare la terza sconfitta consecutiva, dopo quelle con Cantù e Bologna, evento mai capitato nel corso di questa meravigliosa stagione sportiva. Bucchi ha catechizzato a dovere i propri uomini sulle difficoltà dell'impresa ribadendolo a chiare lettere nell'incontro con la stampa di ieri sera: "Sarà una partita impegnativa, intensa, atletica. Pistoia è una squadra che sta giocando bene, è in buona condizione e potrà contare su un pubblico notoriamente caloroso e su atleti con ottime qualità individuali e bravi a giocare in contropiede e nei giochi 'uno vs. uno'. Noi avremo bisogno di tanta energia e dovremo buttare in campo tutto quello che abbiamo. La settimana non è stata delle migliori, come ormai accade da quasi due mesi, per gli infortuni noti e per qualche acciacco, tanto da costringerci in un’occasione ad allenarci addirittura in sei e mezzo! Però non ci piangiamo addosso e faremo affidamento anche sul carattere, sul cuore e sull’orgoglio per superare questo momento, nel quale, è evidente, siamo un po’ spremuti. Ciò si nota non tanto in partita, quanto nella preparazione settimanale che risente delle assenze e della non buona condizione di qualcuno, tanto da non permette un lavoro di qualità. Nonostante tutto, però, i miei giocatori scenderanno in campo con una sorta di faccia tosta, con la giusta determinazione e con la convinzione di far bene, comunque”. In attesa dell'arrivo della combo-guard - come lo stesso Bucchi ha ufficialmente dichiarato - Brindisi punterà ancora per questa partita su Joshua Jackson e sui soliti "bucanieri", sia pure affaticati e perseguitati dagli infortuni, sperando che questa volta non venga meno la precisione del tiro e l'intraprendenza dei "cecchini scelti" Lewis e Snaer.
Pistoia punterà apertamente a vincere, sia perchè in casa sua sa ormai di aver raggiunto un feeling particolare con la propria tifoseria, sia perchè non ha ancora abbandonato la speranza di potersi qualificare per i play-off, avendo Reggio Emilia e Caserta a soli quattro punti di distanza. Moretti ha un quintetto composto tutto da americani - il play Wanamaker, la guardia Gibson, l'ala piccola Daniel, l'ala forte Washington e il pivot Johnson - e capace di forte atletismo, ai quali si aggiungono di volta in volta il vecchio e mai domo Galanda, l'esperto playmaker Meini e la giovane guardia Cortese. Col trascorrere del tempo, questa squadra è andata sempre in crescendo e oggi ha poco da invidiare alle altre squadre, specie quando le affronta in casa propria. A dirigere il confronto il designatore ha chiamato la terna composta da Paternicò, Rossi e Ranaudo.


Nessun commento:

Posta un commento