domenica 23 marzo 2014

LE PAGELLE DI POMPEO BARBIERO

La faccia di Piero Bucchi è fin troppo espressiva

                                       LE PAGELLE DI BRINDISI - BOLOGNA: 68 - 77

Jerome DYSON: voto 7. Si è battuto con tutte le energie che aveva in corpo, pur se ogni tanto ha sbracato in perdita di palloni. Dyson, tuttavia, è stato l'unico, insieme a Todic, a crederci fino in fondo nella possibilità di recuperare il risultato. Il 18 di valutazione conferma questa tesi, ma pure lui ha gettato al vento troppi tiri liberi (2/6), mentre dal campo ha messo a segno un buon 7/16 per 19 punti totali.

Miroslav TODIC: voto 6,5. Miro ha lottato come un leone in questa partita dimostrando di volerci credere nella clamorosa "remuntada". E poco c'è mancato che non riuscisse per davvero, specie quando ha messo dentro la tripla del 62-68, quando mancavano ancora più di 2' alla sirena finale. 

Andrea ZERINI: voto 6. Questa sera Zero ha trovato in Jordan un osso troppo duro da rodere. Si è fatto stoppare per due volte in fase di tiro senza riuscire a trovare la continuità d'azione delle precedenti partite.

Josh JACKSON: voto 6. E' stato tra quelli più positivi e impegnati, anche perchè fra sette giorni scadrà il suo contratto. Si è battuto bene, specie nella fase finale della gara, quando aveva guidato la squadra alla rimonta, ma poi Bucchi lo ha tolto inspiegabilmente dal campo proprio nel suo momento migliore.

Michael SNAER: voto 5,5. Brutta per davvero la sua chiusura di partita, quando è andato a farfalle su due tiri aperti da tre punti  e su una palombella "alla Iuzzolino" (ex playmaker di Verona dei tempi belli), che avrebbero assicurato il quasi certo ricongiungimento all'imprendibile Bologna.

Ron LEWIS: voto 5. Una grande delusione, la prova di Lewis. Lo 0/5 da tre punti la dice davvero lunga sulla pericolosità di Lewis in questa gara, della quale non è riuscito a venirne a capo come pure aveva fatto in varie altre partite.

Folarin CAMPBELL: voto 5. Assai impreciso in quei pochi tiri che ha effettuato. In tante altre occasioni aveva tirato fuori il meglio di sè, non questa volta però. E' perfino riuscito a sbagliare i tiri liberi, che pure sono il suo fiore all'occhiello.

Delroy JAMES: voto 5. Coach Valli e il suo Bologna hanno chiuso decisamente l'area e al povero Delroy non sono più riuscite le solite scorribande a canestro che lo avevano fatto apprezzare da tutti. Ormai tutte le squadre lo conoscono e cominciano, purtroppo, a limitarlo nelle sue migliori prerogative.

David CHIOTTI: s.v.. Di un simile giocatore Bucchi non sa proprio cosa farsene. Nè carne nè pesce!

Matteo FORMENTI, Gianmarco LEGGIO e Francesco MORCIANO: n.e.

Piero BUCCHI: voto 5. Questa volta, purtroppo, le sue alchimie tattiche non sono servite allo scopo. Le ha tentate tutte, per la verità, ma il Bologna di questa sera appariva imprendibile, soprattutto perchè Brindisi glielo ha concesso, difendendo malissimo e attaccando ancor peggio. Insomma, oltre ad aver giocato la sua più brutta partita, la squadra ha perso un'occasione d'oro per isolarsi ancora una volta al 2° posto.

LA SQUADRA: voto 5,5. Un Brindisi irriconoscibile ha regalato la vittoria a Bologna su un piatto d'argento. Confusionario e sempre in ritardo in difesa, è apparso poi sciupone, disordinato e sprecone in attacco lasciando all'avversario la possibilità di impedirgli di attaccare dopo aver chiuso a doppia mandata l'area dei 3". La solita zona, poi, ha fatto il resto, perchè Brindisi ha avuto percentuali davvero scadenti (6/25 da tre punti) nell'attacco a questa difesa. Ora tutto si farà più difficile, perchè Brindisi dovrà andare due volte in trasferta, prima a Pistoia e poi a Montegranaro. 

Nessun commento:

Posta un commento