martedì 4 febbraio 2014

SI ATTENDE IL VERDETTO SULLE CONDIZIONI DI MASSIMO BULLERI DOPO L’INFORTUNIO

Massimo Bulleri marcato dal senese Jeff Viggiano

Il serio infortunio occorso a Massimo Bulleri costringerà quasi sicuramente la società a tornare immediatamente sul mercato per assicurarsi un sostituto che possa avvicendarlo per il tempo necessario. In società sono giustamente preoccupati per questo triste avvenimento, prima di tutto per le condizioni di salute del giocatore, che è pure il capitano della squadra, l’uomo al quale dirigenti, tecnici e giocatori guardano come l’elemento-cardine, l’uomo più rappresentativo della squadra, esemplare per i suoi compagni di squadra con la sua classe, con il suo carisma e con l’esperienza ventennale che lo ha caratterizzato in tanti anni di attività nazionale e internazionale. Tutti quanti sperano di ricevere, al termine degli esami strumentali in corso da questa mattina, notizie meno allarmanti sullo stato del ginocchio di “Bullo” di quanto era parso a tutti – in primis allo stesso giocatore - nel corso della partita di Cremona. Già nel primo pomeriggio odierno, il medico sociale dottor Peppino Palaia, che ha accompagnato Bulleri presso l’ospedale Perrino di Brindisi, potrebbe anche emettere il primo verdetto sulla scorta di quanto sarà emerso dalla risonanza magnetica.
D’altro canto, le prime mosse del general manager Giuliani partiranno proprio dal verdetto che stabilirà le condizioni del giocatore. Se l’infortunio dovesse essere di lieve entità, come tutti si augurano, il roster attuale potrebbe pure bastare per attendere la ripresa graduale di Bulleri, avendo in Dyson e Campbell un sufficiente apporto per limitarne gli effetti negativi dell’assenza dal campo di gioco. In caso contrario, come pure si teme, Giuliani dovrebbe andare alla ricerca immediata di un play-guardia che sostituisca Bulleri per il tempo necessario. Non sarebbe comunque facile trovarne uno di qualità, visto che i campionati sono assai avanzati e nessuno intende privarsi di un giocatore di eccellenza. Proprio per questo è quasi certo che Giuliani, il cui computer è ricchissimo di nomi cui fare ricorso, possa rivolgersi al mercato americano, ad un buon giocatore della D-League, che voglia tentare la carta italiana per affermare le proprie capacità.
Intanto, già da oggi, la squadra ha ripreso gli allenamenti in vista dell’esordio di venerdì 7 febbraio  a Milano contro la Reyer Umana Venezia per le Final Eight di Coppa Italia. Si giocherà a partire dalle ore 15,30 e la partita, come tutte quante le gare che verranno disputate, verrà ripresa in diretta televisiva su Rai-Sport.

Nessun commento:

Posta un commento