venerdì 21 febbraio 2014

SARA' UN ANTICIPO INFUOCATO QUELLO DI DOMANI SERA TRA REGGIO EMILIA E BRINDISI

Andrea Zerini va a canestro in lay-up contro Pesaro
La splendida foto di Andrea Zerini, mentre va a canestro in sottomano nella vittoriosa gara di Pesaro, si spera che possa risultare beneaugurante per la partita che l'Enel Basket Brindisi si appresta a sostenere domani sera, nell'anticipo della 20^ giornata di campionato, a Reggio Emilia contro la Grissin Bon di coach Menetti. La squadra emiliana risultava proprio l'avversario meno indicato che Brindisi potesse augurarsi di affrontare in questo momento, stante la carenza di uomini validi sui quali Piero Bucchi potesse contare, ma pure a causa del valore aggiunto del roster reggiano. Infatti, la Grissin Bon di oggi è cambiata notevolmente nella forza del proprio organico rispetto a quello della gara di andata, allorchè Brindisi riuscì a prevalere di un sol punto (72-71) nel duro scontro sostenuto sul parquet del Pala Pentassuglia. Era già forte allora, il team di Menetti, ma lo è ancor di più oggi, dopo che la società emiliana si è rinforzata assai di più con l'arrivo del fuoriclasse lituano Rimantas Kaukenas, 36enne guardia ex Montepaschi Siena, e con quello di Angelo Gigli, pivot italiano di grande esperienza, portato a Reggio Emilia dal general manager Frosini per coprire l'assenza per infortunio del pivot titolare Greg Brunner. A proposito d'infortuni, va aggiunto che il play Andrea Cinciarini farà domani sera il rientro in squadra dopo un'assenza di un mese, nel corso del quale Reggio Emilia ha perso varie posizioni in classifica proprio in dipendenza dell'infortunio del suo regista principale, considerando che Cinciarini è il play titolare della Nazionale Azzurra.
Brindisi non sta affatto meglio dal punto di vista delle assenze, visto che sarà priva di Bulleri fino al termine della stagione, ma pure di Formenti e di Chiotti, come era già accaduto domenica scorsa contro Venezia. Nonostante potesse contare su soli sette effettivi, coach Bucchi riuscì a portare a casa i due punti, facendo leva sul carattere e sulla coesione della squadra. Ma domani sera (palla a due, alle ore 20,30) sarà del tutto diverso, sia perchè Brindisi giocherà in trasferta, sia perchè Menetti potrà schierare la squadra pressochè al completo, priva soltanto di Brunner ma con Gigli al suo posto. Insomma, sarà veramente difficile per Brindisi riuscire a reggere il confronto con i ritmi accentuati di gioco e con la completezza dell'organico dell'avversario, il quale - a giudicare dalle varie dichiarazioni pubblicate nei giorni scorsi sui quotidiani locali - guarda a questa partita come alla gara del clamoroso riscatto e del possibile rientro tra le "grandi" del campionato.
Insomma, si dovrebbe parlare di un altro, grande "miracolo" di questa Enel Brindisi, nel caso essa uscisse indenne dal palasport di via Guasco, come pure le riuscì nel 2009, allorchè il Brindisi di Perdichizzi e del cecchino greco Sotiris Gkiulekas vinse clamorosamente violando il parquet reggiano, e, nello scorso campionato, con un tiro da tre punti di Jonathan Gibson all'ultimo secondo di gara..
A dirigere la partita è stata designata la terna composta dal toscano Mazzoni, dal tarantino Paglialunga e dal brindisino Morelli.

Nessun commento:

Posta un commento