martedì 25 febbraio 2014

L'ENEL BRINDISI SI PREPARA AL DOPPIO CONFRONTO CASALINGO CON VARESE E CASERTA

Delroy James schiaccia contro Sassari

La sconfitta di Reggio Emilia ha messo in chiarissima evidenza la situazione di estremo disagio in cui oggi versa l'Enel Basket Brindisi. Il livello di assoluta fisicità e di equa distribuzione delle forze, rivelatosi estremamente necessario per essere competitivo ad alto livello in Lega A, non consente più dilazioni di alcun genere. Nessuna squadra può permettersi di giocare con meno di dieci giocatori in piena efficienza fisica, altrimenti paga dazio o corre serissimi rischi. Come è capitato a Brindisi nella gara di Reggio Emilia, altrettanto è accaduto pure a Caserta (che ha licenziato il playmaker Hannah, senza poter contare ancora sul sostituto) nella gara di Roma. Brindisi ha compiuto autentici miracoli, pur perdendo, contro Siena nelle Final Eight di Milano e nella vittoriosa gara successiva con Venezia in campionato, dovendo giocare addirittura in sette uomini, senza Bulleri, Formenti e Chiotti. Proprio a Reggio Emilia si è potuta riscontrare questa verità assoluta, quando, nel 3° quarto, Brindisi è stata capace di salire fino a sette punti di vantaggio senza, però, avere le forze di poterli mantenere fino al termine. Siamo certi che, se Bucchi avesse potuto contare sulla piena efficienza del proprio organico, Brindisi avrebbe potuto uscire con i due punti in tasca anche dal palasport di via Guasco.
Contro una squadra di assoluto livello qual è oggi Reggio Emilia, pur non potendo contare sul pieno organico, Brindisi ha disputato un'ottima prova dando ampia dimostrazione di solidità e di carattere e restando in partita fino a 12" dalla fine. Proprio per questo motivo sarà assolutamente indispensabile che la società riesca a sostituire il più presto possibile Bulleri nel suo ruolo di vice-Dyson. La sconfitta di Reggio Emilia non ha creato per fortuna danni irreparabili in classifica oltre alla perdita del 1° posto a tutto vantaggio di Milano, rimasta da sola in testa. Soltanto Cantù ha approfittato del passo falso di Brindisi appaiandola al 2° posto. Ora, però, Brindisi dovrà fare bottino pieno nei prossimi due incontri casalinghi successivi, prima con Varese e poi con Caserta: due avversari che la squadra bianco-azzurra sconfisse in casa loro nel girone di andata, quando Bucchi poteva contare su un organico al completo, con Bulleri e Aminu in piena efficienza.
C'è da augurarsi che il general manager Giuliani riesca a perfezionare la trattativa per portare a Brindisi il sostituto di "Bullo", ma dovrà farlo necessariamente entro le ore 12 di venerdì 28, quando scadranno i termini per la convalida della pratica. Quanto a Formenti, poi, si spera di averlo a disposizione almeno per qualche minuto contro Varese.
Intanto, una notizia dell'ultima ora riferisce la notizia dell'esonero di Fabrizio Frates dalla panchina di Varese. Il tecnico verrà sostituito per il momento dal signor Stefano Bizzosi.

Nessun commento:

Posta un commento