venerdì 14 febbraio 2014

FUMATA BIANCA DALL’ASSEMBLEA DEI SOCI DELLA NEW BASKET BRINDISI

Massimo Ferrarese e Nando Marino

I tifosi e i sostenitori della pallacanestro brindisina possono stare tranquilli: la società New Basket Brindisi continuerà a sostenere decisamente il proprio impegno con il basket di Lega A. Il responso positivo è giunto dall'assemblea dei soci, che, nel pomeriggio di ieri, si è riunita presso lo studio del notaio Roberto Braccio, per sottoscrivere un aumento di capitale sociale, indispensabile al fine di ripianare le perdite. E’ stato così sottoscritto il 58 per cento delle quote, ripartite in tale maniera:  Massimo Ferrarese e Sergio Ciullo (10 per cento), Fernando Marino (10 per cento), Nico Carparelli (10 per cento), Giuseppe Marinò (10 per cento), Francesco Perrino (10 per cento), Giuseppe Vetrugno (5 per cento) e Carmelo De Nitto (3 per cento). Si attendono adesso le decisioni della famiglia Bagnato, che negli anni precedenti ha sempre attivamente partecipato al sostenimento del basket brindisino, per vedere di rafforzare ulteriormente l’attuale compagine societaria, altrimenti  si perseguirà il progetto di favorire l'ingresso di nuovi soci che dovrebbero sottoscrivere il restante 42 per cento delle quote azionarie. Se quanto detto sopra non dovesse corrispondere ai progetti voluti, spetterà poi agli attuali soci sottoscrivere tali quote per assicurare il cento per cento della suddivisione delle stesse. Invariato è restato anche il Consiglio di amministrazione della società, del quale continueranno a far parte il presidente Fernando Marino, insieme a Giuseppe Marinò e a Sergio Ciullo.
Prosegue fervidamente, intanto, la preparazione della squadra all’impegno assai delicato con la Reyer Venezia, che, domenica pomeriggio, alle ore 18:15, scenderà sul parquet del Pentassuglia nell’ambito della 19^ giornata – 4^ di ritorno. Le preoccupazioni di coach Bucchi sono rivolte soprattutto al funzionamento delle tattiche migliori per vanificare le assenze per infortunio di Bulleri e di Formenti, che hanno reso più debole il settore dei piccoli. Il trio composto da Dyson, Campbell e Lewis sarà sottoposto a notevoli fatiche dovute al minutaggio superiore ad essi richiesto, al fine di assicurare fluidità di manovra in fase di regia e concretezza in fase d’attacco. Si spera, inoltre, di avere un apporto maggiore di presenza e di saldezza nelle due aree anche da parte di Chiotti, che dovrebbe cominciare a funzionare decisamente meglio dopo un mese di lavoro insieme alla squadra.
La terna arbitrale che dirigerà l’incontro tra Brindisi e Venezia sarà composta da Taurino, Bettini e Calbucci, i primi due dei quali hanno già diretto le due squadre nella semifinale di Final Eight di Milano di una settimana fa.

Nessun commento:

Posta un commento