giovedì 6 febbraio 2014

BRINDISI E VENEZIA IN CAMPO DOMANI PER LA SEMIFINALE DELLE FINAL EIGHT DI COPPA ITALIA

Jerome Dyson perfora la difesa romana con un bel sottomano di sinistro

Domani pomeriggio l’Enel Basket Brindisi farà ritorno a Milano, nel Forum di Assago, con la più seria intenzione di non ripetere la bella, ma sfortunata esperienza dello scorso anno nell’ambito della Final Eight di Coppa Italia. Nel quarto di finale contro il Sassari finì all’overtime e Brindisi perse di due punti soltanto, al termine di una partita intensa e ricca di grandi emozioni, con Drake Diener e Jonathan Gibson grandi protagonisti del confronto. In questa 2^ edizione consecutiva, però, Brindisi, che parte in pole-position rispetto alle altre sette squadre, intende far tesoro degli errori commessi e vuol battere la Reyer Umana Venezia di Zare Markovski per puntare possibilmente alla semifinale con la vincente del confronto tra Montepaschi Siena e Acea Roma. A differenza di Venezia, che arriva a Milano con due sconfitte consecutive sul groppone, Brindisi si è subito rimessa in carreggiata dopo la batosta con l’Armani Jeans battendo con grande autorità prima Roma al Pentassuglia e poi Cremona in casa sua. Piero Bucchi, che le F8 le ha già vinte per due volte con Treviso e Napoli, sa bene che il Venezia è squadra di rango e di grande qualità, perciò farà di tutto per mettere nella testa dei propri uomini la convinzione di doversi battere con grande decisione e cattiveria agonistica per venire a capo di questa partita.
Anzi, a rendere ancor più difficile l’impegno con gli oro-granata ci sarà pure l’assenza dal campo e dalla panchina del capitano della squadra, quel Massimo Bulleri che si era disegnato un ruolo preciso e vincente (a Cremona, aveva messo a segno ben 12 punti con un eccezionale 5/5 dal campo) all’interno del roster brindisino, quello dell’uomo-guida al quale tutti i compagni guardavano come preciso punto di riferimento.
Per il momento, sarà Campbell ad alternarsi con Dyson nel ruolo di regista della squadra, ma, nel frattempo, il giemme Giuliani sta scandagliando in lungo e in largo i roster di tutta Europa e magari pure quelli della D-League statunitense per reperire un sostituto degno e qualificato.
Anche Venezia dovrà fare a meno del suo play titolare, Luca Vitali, ma la dirigenza ha fatto appena in tempo a tesserare l’ex ostunese Aaron Johnson per dirigere la manovra reyerina. Per il resto, entrambe le squadre potranno schierare in campo le formazioni migliori dandosele di santa ragione come è accaduto in tutti gli scontri precedenti tra le due formazioni. Si ricorderà che, nella gara di andata, alla 4^ di campionato, Brindisi riuscì a violare per la prima volta il parquet del Taliercio dopo quarant’anni di inutili tentativi.
Come sempre, una bella schiera di tifosi e di sostenitori brindisini saranno presenti nel bellissimo Forum di Assago, senza tener conto del fatto che la gara tra Brindisi e Venezia, come tutte quante le altre partite, sarà trasmessa in diretta televisiva, a partire dalle ore 15:30, su Raisport 1.

Nessun commento:

Posta un commento