giovedì 2 gennaio 2014

SFUMA ALL’ULTIMO MINUTO L’ORMAI CERTO INGAGGIO DEL CROATO LUKA ZORIC

Era ormai tutto pronto, definito e stabilito per portare a Brindisi Luka Zoric, un pivot di m.2,11 per 110 kg., che avrebbe sostituito l’evanescente Alade Aminu nell’Enel Basket Brindisi. Il general manager brindisino, Alessandro Giuliani, era ormai certo di portare a buon fine la trattativa con l’agente del pivot croato, un comunitario che dallo scorso campionato gioca nella squadra turca del Fenerhbace di Istambul. Il giemme brindisino aveva azzeccato proprio bene la scelta, mettendo Zoric accanto a Todic e creando così una bella accoppiata di comune madrelingua slava, con due giocatori che si sarebbero intesi assai bene sul campo e fuori. Ma era proprio destino che questo disegno di Giuliani non andasse a segno, perché tutto è cambiato nel giro di poche ore. All’ultimo momento, è arrivato il “niet” di Zoric o meglio, stando a quanto se n’è saputo, della moglie di Zoric, che si sarebbe opposta al cambio di squadra e di campionato preferendo restare a Istambul a parità di condizioni economiche contrattuali del caro marito. 
Giuliani e Bucchi non l’avranno certamente presa bene, perché ora tutto si fa più difficile.
Per fortuna, Giuliani aveva giudiziosamente tenuto ferma la posizione contrattuale di Aminu, che non era ancora stato “licenziato” ufficialmente dalla società e potrà così restare ancora nell’organico dell’Enel Basket Brindisi anche domenica prossima a Pesaro, quando Brindisi scenderà in campo contro la Scavolini di coach Dell’Agnello nell’ambito della 14^ giornata di campionato. Tra l’altro, questa decisione di Giuliani ha evitato guai peggiori, che avrebbero potuto arrecare alla società una multa pesantissima in caso di mancato schieramento sul campo e in panchina della formula del “3+4+5”.
Almeno per il momento, quindi, nulla è ancora cambiato in seno alla società di contrada Masseriola, che dovrà affrontare le prossime gare con il medesimo organico, rimandando a nuove trattative la possibilità di sostituire Aminu con il nuovo centro.
Intanto, però, Andrea Zerini ha accusato qualche difficoltà nel corso degli allenamenti settimanali, a causa dei postumi della vecchia distorsione ad una caviglia e tale situazione non faciliterà affatto il lavoro di Bucchi in settimana, visto che nel settore dei lunghi Brindisi oggi ha qualche difficoltà e, a Pesaro, domenica prossima la squadra dovrà vedersela con il più forte rimbalzista del campionato, il possente nigeriano Anosike.

Nessun commento:

Posta un commento