venerdì 6 dicembre 2013

L’ENEL BRINDISI VUOL PROVARE A VINCERE ANCHE A BOLOGNA

La spettacolare stoppata di Andrea Zerini al canturino Jones

Il sogno continua. Da sei settimane ormai, Brindisi e la sua squadra stanno vivendo un momento magico, fantastico, sicuramente il più bello della sessantennale storia cestistica di questa città, innamorata persa dello sport della palla a spicchi. E nessuno dei suoi appassionati cultori intende risvegliarsi da questa realtà onirica eccezionale, unica. Sette successi su otto partite rappresentano indubbiamente un gran bel bottino, un tesoro d’inestimabile valore per una squadra che era partita con obiettivi consoni ad una piccola realtà di provincia, quelli cioè di una salvezza tranquilla e di un probabile assestamento a metà classifica, il più possibile vicina alla zona-playoff. Bucchi e la sua squadra, invece, sono giunti assai al di là del previsto, addirittura in testa alla graduatoria, al comando del campionato di Lega A, dando fino ad ora dimostrazione di forza, di solidità, di compattezza, di continuità. Tutte prerogative che l’Enel Basket Brindisi ha esibito su ogni campo di gioco, contro formazioni che mettevano paura solo a sentirne i nomi: Milano, Venezia, Varese, Caserta, Cantù, costruite per vincere il campionato e per disputare le Coppe europee.
La sicurezza e l’autorità con cui Brindisi ha sconfitto queste formazioni ha lasciato senza fiato tutto l’universo cestistico nazionale sollecitando la curiosità e l’interesse dei maggiori media nazionali. Piero Bucchi, il timoniere di questa squadra-rivelazione, non intende però fermarsi qui anzi parla di possibili, nuovi traguardi ritenendo la sua squadra ancora capace di ulteriori miglioramenti. La gente gli crede, perché vede che la squadra gioca bene, produce spettacolo e, soprattutto, continua a vincere, a dispetto della giovane età e dell’inesperienza di buona parte dei suoi giocatori. “Finchè dura, andiamo avanti e crediamoci”: è questo il motto che i brindisini hanno adottato, ammaliati come sono dalle prodezze eccezionali compiute da Bulleri e dai suoi compagni di squadra. Domenica prossima, la New Basket Brindisi va a giocare a Bologna contro la gloriosa Virtus, una squadra che ha fatto la storia del basket italiano con la vittoria di scudetti e Coppe dei Campioni, oggi allenata da quel Luca Bechi che, tre stagioni fa, passò anche da Brindisi senza riuscire a mettere in salvo la squadra. La NBB scenderà in campo con la stessa sfacciataggine di sempre, quella che finora le ha consentito di passare indenne su molti campi della categoria. E, come sempre, sarà accompagnata in questa durissima trasferta da una moltitudine di tifosi, che non intendono lasciarla sola in questa nuova, bellissima avventura.

Nessun commento:

Posta un commento