martedì 31 dicembre 2013

LA BRINDISI DEI RECORD TERMINA IL 2013 IN TESTA ALLA CLASSIFICA DI LEGA A DI PALLACANESTRO

L'Enel Basket Brindisi capolista del campionato 2013-14

Il 2013 sta per terminare la sua corsa, ma lascerà ricordi indelebili nella memoria degli appassionati e dei tifosi brindisini della palla a spicchi. Il primo traguardo raggiunto, dopo il magnifico ritorno in Lega A, fu la qualificazione alle Final Eight di Coppa Italia di febbraio a Milano, nel corso delle quali l’Enel Basket Brindisi si comportò assai dignitosamente costringendo la più esperta Sassari a dover ricorrere ad un overtime per battere la squadra bianco-azzurra di coach Bucchi. Il girone di ritorno del campionato, pur se assicurò alla squadra ed ai propri tifosi una salvezza abbastanza tranquilla,  finì, purtroppo, ingloriosamente a causa dell’atteggiamento immotivatamente rinunciatario da parte di Scottie Reynolds e di alcuni altri giocatori, che trascinarono la squadra in fondo alla classifica.
 Ben altro, però, la società e la squadra, del tutto rinnovata, hanno riservato ai propri sostenitori per il campionato in corso. La partenza bruciante di capitan Massimo Bulleri e dei suoi compagni ha consentito alla New Basket Brindisi di battere i pochi record precedenti arrivando rapidamente in testa alla classifica e guidando, da sola, la graduatoria davanti alle squadre più forti e gloriose della massima serie. Dopo aver battuto Milano e Cantù, Varese e Reggio Emilia, Caserta e Venezia, Brindisi ha saputo cogliere l’ultima perla, la più preziosa di tutte, domenica scorsa, superando con grande autorità e determinazione anche la Montepaschi Siena, la squadra italiana più forte,  vincitrice degli ultimi otto scudetti, tornando nuovamente in testa alla classifica dopo le prime 13 giornate del girone di andata. 
Questo avvenimento eccezionale ha già assicurato la qualificazione di Brindisi alla nuova serie di Final Eight, che verrà disputata in febbraio sempre a Milano. Ma Bucchi e i suoi giocatori promettono di voler continuare a far felici i propri supporters, anche perché i dirigenti hanno intenzione di potenziare l’assetto tecnico della squadra con l’ingaggio di un pivot che possa assicurare una maggiore solidità all’organico attuale. Insomma, la Brindisi dei sogni e dei record non ha ancora finito di stupire, e promette di riservare ai propri sostenitori altre magnifiche soddisfazioni.

Nessun commento:

Posta un commento