sabato 14 dicembre 2013

CONTRO PISTOIA L’ENEL BRINDISI INTENDE RIPRENDERE IL DIALOGO CON LA VITTORIA

Piero Bucchi chiama la squadra alla vittoria contro Pistoia

La sconfitta di misura registrata a Bologna contro la Virtus di Luca Bechi ha soltanto scalfito la consistenza della corazza dell’Enel Basket Brindisi, rivelatasi in quell’occasione solida e reattiva nel rispondere agli attacchi portati con pervicacia e decisione da parte degli avversari. Piero Bucchi ed i suoi giocatori hanno, quindi, superato con discreta disinvoltura la pericolosità insita in questa partita confermando ancora una volta di non essere una squadra soltanto fortunata, che si trova in testa alla classifica per una serie di combinazioni favorevoli ed occasionali. Un pizzico di precisione in più sulla serie di tiri liberi sbagliati – appena il 61% di realizzazione sui 23 tiri effettuati – unita ad un atteggiamento discontinuo ed eccessivamente casalingo della terna arbitrale, avrebbe potuto fornire alla New Basket Brindisi una nuova occasione per aumentare il già consistente bottino di vittorie. Comunque, cosa fatta capo ha e Brindisi deve guardare avanti con fiducia e decisione, senza farsi prendere da dubbi o da incertezze. La squadra bianco-azzurra ha nelle proprie mani l’occasione fortunata per ripartire con i suoi ritmi accelerati grazie al calendario che le pone davanti due partite in casa di seguito contro avversari non troppo solidi, come Pistoia e Montegranaro, che remano nelle retrovie del campionato.
Domani arriverà a Brindisi il Pistoia di Paolino Moretti, un tecnico che non ebbe fortuna nel corso della sua breve stagione brindisina di qualche anno fa, ma che ha poi dimostrato il suo buon valore con la lunghissima permanenza sulla panchina pistoiese (questo è il suo sesto campionato consecutivo). Dopo una partenza balbettante, dovuta alla differenza di qualità che colpisce quasi tutte le squadre neo-promosse, Pistoia ha rinsaldato le file vincendo le partite che doveva vincere e superandosi decisamente nella vittoria con Varese di domenica scorsa. Ecco perché bisognerà affrontare con decisione e concentrazione anche questa squadra, perché, come ha detto Bucchi, in questo campionato non ci sono squadre deboli, ma tutte formazioni di buon valore.
Le dichiarazioni di ieri pomeriggio, rilasciate in conferenza stampa dal presidente Fernando Marino, hanno riportato un po’ di tranquillità all’interno dell’ambiente cestistico locale, rimasto un po’ scombussolato dalle notizie di stampa di alcune difficoltà economiche societarie. Un fondo di verità c’è indubbiamente, come ha confermato anche Marino, ma, almeno per il momento, non dovrebbero esserci difficoltà nel ripianare il debito di bilancio. Piuttosto, Marino si è ancora una volta lamentato, e con piena ragione, della colpevole inerzia da parte dell’Amministrazione comunale nella risoluzione del problema-palazzetto, che rischia – esso sì, indubbiamente – di mettere in serie difficoltà il futuro della squadra e dell’intero basket brindisino.
Domani sera, ad ogni modo, a partire dalle ore 18:15, l’Enel Brindisi ha l’intenzione di riprendere il dialogo con la vittoria superando con decisione l’ostacolo rappresentato dalla squadra toscana. A dirigere l’incontro è stata designata la terna composta da Paternicò, Weidmann e Di Francesco. Prima della partita, sarà osservato un minuto di silenzio per ricordare la morte prematura del 31enne  Fabiano Ventruto, ex-giocatore della New Basket Brindisi.


Nessun commento:

Posta un commento