sabato 7 dicembre 2013

BOLOGNA E BRINDISI DI FRONTE DOMANI IN UNA LOTTA TIRATA ALL'INVEROSIMILE



Come dichiara ampiamente la foto di Maurizio De Virgiliis, che evidenzia l'impegno difensivo di Jerome Dyson sul pari ruolo canturino Ragland, i successi dell'Enel Brindisi poggiano prevalentemente sulla difesa. Proprio su questo aspetto Piero Bucchi ha impostato la forza e la compattezza della propria squadra, che prende anima e vigore dal lavoro difensivo per poi scatenarsi in contropiede o in transizione rapida nella metà campo avversaria con le sue frecce acuminate rappresentate dallo stesso Dyson, ma pure da Lewis, Campbell, James e Snaer, che sanno correre ventre a terra come pochi altri sul parquet. Come si è potuto riscontrare nella Top Ten settimanale della Lega A, che raccoglie le azioni più belle delle sedici squadre, l'Enel Basket Brindisi risulta ospite fissa di questa interessante rubrica, soprattutto per metterne in risalto contropiedi e alley oop, che Brindisi adotta in larga misura portando al proscenio preferibilmente Aminu e James. Domani sera (palla a due, alle ore 20,30, in presa diretta su Raisport 2), sul parquet bolognese di Casalecchio sul Reno, Brindisi avrà ancora l'opportunità di esprimere le proprie capacità contro la Granarolo Virtus Bologna, una delle formazioni più in vista in questa prima parte del campionato.
La squadra di Luca Bechi, ex allenatore di Brindisi, adotta però lo stesso tipo di gioco, improntato sulla difesa forte e aggressiva, cui fanno seguito corsa e velocità dei propri giocatori, anch'essi giovani e vogliosi di emergere al pari dei rookies brindisini. Sarà certamente una bella battaglia, perchè Bologna ha tutte le migliori intenzioni di vincere dopo le due sconfitte consecutive con Venezia in casa e con Reggio Emilia in trasferta.
Brindisi, però, sta attraversando il suo migliore stato di forma, ha dalla sua parte una grande carica agonistica che le deriva dal titolo di capolista e dai sei successi consecutivi inanellati fino ad ora, nel corso dei quali ha rapinato la vittoria sui campi di Venezia, Varese e Caserta, mai violati prima d'ora. L'intenzione è la stessa anche per quello bolognese della Virtus, sul quale Brindisi non ha mai vinto.
Bucchi ed i suoi giocatori saranno accompagnati in questa trasferta da una lunga e festosa carovana di tifosi, che raggiungeranno la città di San Petronio in pullman e in macchina da Brindisi, ma soprattutto dalle varie sedi del centro-nord d'Italia, dove risiedono per lavoro tanti "Brindisini Erranti" che si metteranno in marcia per tempo. Si prevede che almeno 400-500 tifosi saranno presenti sugli spalti del palasport emiliano.
A dirigere la gara saranno gli arbitri Mazzoni, Begnis e Vicino davanti ad un pubblico che dovrebbe assicurare il "tutto esaurito" in ogni ordine di posti.
Intanto, nell'anticipo della 9^ giornata di Lega A, Venezia ha sbancato il parquet di Cremona per 77-64, con un prodigioso recupero nel 3° quarto, dopo che era sotto nel punteggio di 16 punti. Clamoroso il harakiri di Cremona!

Nessun commento:

Posta un commento