lunedì 30 settembre 2013

L’ENEL BRINDISI PREPARA LA SQUADRA AL GRAN COMPLETO PER LA TRASFERTA IN SARDEGNA

Ron Lewis in lay-up contro Sassari
.
Con l’arrivo a Brindisi di Alade Aminu, l’Enel Basket Brindisi potrà finalmente disporre della squadra al gran completo. Certo, mancano meno di due settimane per integrare il pivot nigeriano e assemblare a dovere la squadra per l’esordio in campionato contro l’Armani Milano, ma per lo meno, d’oggi in avanti, Bucchi potrà far ragionare i suoi atleti da squadra vera e completa. Intanto, potrà cominciare a farlo in questi due giorni che mancano alla lunga trasferta in Sardegna, abituando i suoi giocatori a tener presenti giochi e schemi con il pivot vero, non più con i n. 4 che fino ad ora avevano sopperito in qualche maniera alla sua assenza.
Per il resto, invece, non si può che dir bene del lavoro svolto dai tecnici e recepito dalla squadra nei tre tornei e nelle amichevoli fin qui disputati. Nella partita che è contata maggiormente, cioè l’ultima, vinta a Montegrotto Terme contro Venezia (70-68), Brindisi ha fatto vedere buoni progressi contro una squadra che va per la maggiore e che coltiva malcelati propositi di raggiungimento della zona-playoff nel prossimo campionato.

sabato 28 settembre 2013

ALADE AMINU ARRIVA DOMATTINA ALL’AEROPORTO DI BRINDISI

Il nigeriano Alade Aminu contrastato dal fuoriclasse USA Kobe Bryant

Mentre l’Enel Basket Brindisi sta per scendere in campo (ore 20,30) contro l’Umana Reyer Venezia a Montegrotto Terme (Padova) per il Trofeo Terme Euganee, nel pomeriggio di oggi, la società New Basket Brindisi ha comunicato che il pivot nigeriano Alade Aminu giungerà domani mattina, domenica 29 settembre, all'aeroporto di Brindisi alle ore 10:35 con il volo proveniente da Roma.
Si è così finalmente giunti alla conclusione di questa lunghissima e dolorosa - per il rifiuto che la società ha dovuto opporre all’infortunato Akingbala - operazione di mercato, che ha notevolmente nuociuto alla preparazione complessiva della squadra. Molte delle sconfitte che Brindisi ha dovuto ingoiare in questi giorni di preparazione avrebbero potuto trasformarsi facilmente in altrettante vittorie se la squadra avesse potuto contare sull’apporto del proprio centro titolare.

giovedì 26 settembre 2013

L’ENEL BASKET BRINDISI VA A SAGGIARE IN VENETO LE PROPRIE FORZE


La carovana dell’Enel Basket Brindisi sta per partire per una tournèe nel nord d’Italia, nel corso della quale toccherà le città di Verona, venerdì 27 settembre (Torneo Vicenzi, contro Tezenis Verona), e di Montegrotto Terme, sabato 28 (Trofeo Terme Euganee, contro Umana Reyer Venezia), prima di recarsi in Sardegna, dove affronterà la Dinamo del presidente Sardara per due volte: la prima, la sera del 2 ottobre, in una gara secca con la squadra di Sacchetti; e poi sabato 5 e domenica 6, in un quadrangolare insieme con Avellino e Cantù. Insomma, si tratterà di un lungo  tour de force, che servirà a coach Bucchi ed ai suoi assistenti Michelutti e Sist per conoscere più a fondo pregi e difetti degli uomini che essi hanno sotto le proprie cure. Si spera che per il fine-settimana possa arrivare in Italia e mettersi a disposizione del coach anche Alade Aminu, il nuovo pivot di Brindisi, del quale ancora si conosce ben poco e che si spera possa almeno essersi allenato in qualche maniera, al fine di non trovarsi troppo indietro rispetto ai suoi nuovi compagni.

lunedì 23 settembre 2013

LA NOTIZIA E’ ORMAI UFFICIALE: ALADE AMINU HA FIRMATO PER L’ENEL BASKET BRINDISI

Alade Aminu con la maglia della Georgia Tech University

Con un dispaccio nel primo pomeriggio di oggi, la società New Basket Brindisi ha reso ufficiale l’ingaggio di Alade Aminu, il 26enne pivot americano, di origini nigeriane, che andrà a sostituire l’infortunato Akin Akingbala. Evidentemente, il general manager Alessandro Giuliani è finalmente riuscito nell’intento di trovare l’accordo con il procuratore di Akin per interrompere il contratto firmato dal giocatore.
Aminu è nato il 14 settembre 1987 ad Atlanta da padre nigeriano e da madre statunitense. E’ alto m. 2,10 e pesa 107 kg., ha compiuto il corso di studi con l’università di Georgia Tech, con la quale si è affermato per le qualità di grande stoppatore e di buon realizzatore. Dal 2010 al 2012 ha giocato con la squadra francese dell’Elan Chalon, mentre nella scorsa stagione ha ben figurato nella squadra turca del Pinar Karsiyaka realizzando 12 punti e 5,9 rimbalzi di media-partita. Aminu è un punto fermo della nazionale di Nigeria con la quale, nello scorso agosto, ha disputato il FIBA Afrobasket 2013, con una media di 26,1 minuti a gara, 15.3 punti realizzati e 6.7 rimbalzi. Alade è fratello di Al Farouq Aminu, 3 anni più giovane di lui, che gioca nell’NBA con i New Orleans Pelicans.

mercoledì 18 settembre 2013

SARA’ ALADE AMINU IL NUOVO PIVOT DELL’ENEL BASKET BRINDISI

Alade Aminu

Non ci ha messo molto Alessandro Giuliani a sostituire l’azzoppato Akingbala con il più sano e più giovane di quattro anni Alade Aminu. Del resto, il diesse brindisino li aveva tutti e due sul proprio carnet estivo, entrambi nigeriani di origine, e aveva soltanto l’imbarazzo della scelta, visto che tutti e due lo avevano impressionato favorevolmente. E’ soltanto questione di ore, ma già nella giornata odierna la società potrebbe ufficializzare l’acquisto di Aminu, il cui profilo esprime chiaramente la validità e le prerogative tecniche di un giocatore di ottimo livello, validissimo per inserirsi nel mosaico già ben disegnato e strutturato da coach Bucchi e dallo stesso diesse Giuliani. Le caratteristiche personali parlano di un giocatore di 26 anni, compiuti appena quattro giorni fa, il 14 settembre scorso, nato ad Atlanta da padre nigeriano e da madre statunitense. Aminu è alto m. 2,10 e pesa 106 kg., ha compiuto il corso di studi con l’università di Georgia Tech, con la quale si è affermato per le qualità di grande stoppatore e di buon realizzatore.

lunedì 16 settembre 2013

BRINDISI HA TROVATO IN RONALD LEWIS IL SUO CECCHINO PIU’ EFFICACE

L’Enel Basket Brindisi ha scoperto in Ronald Lewis il suo cecchino principe, l’uomo al quale potrà affidare l’ultimo tiro o coinvolgerlo necessariamente nelle situazioni di estrema difficoltà.
Ogni squadra di basket deve sempre contare sul tiratore puro, sull’uomo di maggior carisma, sul quale poter puntare ad occhi chiusi in uno stato di precarietà da parte degli altri compagni. Lo ha fatto l’Enel Brindisi già negli ultimi due campionati, quando ha potuto contare sul miglior Jonathan Gibson; lo ha fatto pure ai bei tempi di Joe Crispin e Omar Thomas, ai quali Perdichizzi si affidava sempre nei finali allo sprint; lo faceva Pasini con il suo Claudio Malagoli, ma lo faceva pure Elio Pentassuglia quando, nei finali infuocati, gridava a squarciagola “palla a Claudio”, che andava bene per Malagoli, ma pure, un decennio prima, quando il Claudio della situazione era Calderari, ai bei tempi della Libertas Brindisi degli anni ‘60.

sabato 14 settembre 2013

ENEL BASKET BRINDISI – BANCO SARDEGNA SASSARI: 78 - 70



BRINDISI: James 12, Todic 5, Bulleri 7, Formenti 3, Lewis 28, Zerini , Snaer 7, Campbell 18, Leggio, Morciano. All. Bucchi.
SASSARI: M.Green 17, C.Green 13, De Vecchi, Johnson 10, Sacchetti 2, D.Diener 14, Vanuzzo, Tessitori 6, Thomas 7. All. Sacchetti.
BRINDISI – L’Enel Basket Brindisi si aggiudica a sorpresa, ma con grandissimi meriti, la finale del 3° "Memorial Pentassuglia-BMW Cup" battendo la Dinamo Sassari di Meo Sacchetti e del presidente Sardara, al termine di una partita tiratissima e combattuta dal primo all’ultimo minuto. La tradizione, che vuole una dura rivalità sportiva tra le due squadre, è stata ancora una volta pienamente rispettata. Si è trattato di una partita vera, senza esclusione di colpi, tra due formazioni amiche ma nello stesso tempo rivali acerrime sul campo. E ha fatto davvero un gran piacere agli sportivi brindisini vedere con quanto accanimento i giocatori abbiano interpretato lo spirito che animava questa partita, anche quelli apparentemente distaccati come potevano sembrare gli americani. Se le sono date di santa ragione, anche i coloured, che, prima della partita, avevano a lungo fraternizzato tra di loro. Lo testimoniano i due tecnici che gli arbitri hanno affibbiato tra la fine del 2° e l’inizio del 3° quarto, penalizzando prima Drake Diener sul campo e poi il “piccoletto” Marques Green al ritorno dagli spogliatoi, che avevano rivolto dure proteste per gli ultimi sviluppi dell’azione finale prima dell’intervallo lungo.

venerdì 13 settembre 2013

ENEL BRINDISI – PASTA REGGIA CASERTA: 71 - 62

Lo spettacolare Delroy James dell'Enel Brindisi nella foto di Michele Longo

BRINDISI: James 14, Todic 10, Bulleri 2, Formenti 2, Lewis 16, Zerini 9, Snaer 5, Campbell 13, Leggio, Morciano. All. Bucchi.
CASERTA: Hannan 7, Mordente 6, Vitali 5, Michelori 4, Moore 9, Brooks 7, Roberts 13, Scott 11. All. Molin.
BRINDISI - Il primo derby di questa nuova stagione cestistica, coinciso con la 3^ edizione del Memorial Pentassuglia-BMW Cup, se lo è aggiudicato l’Enel Basket Brindisi, che ha battuto (71-62)  con pieno merito la Pasta Reggia Caserta guadagnandosi la finale di questa sera con un Banco di Sardegna Sassari parso ancor più forte della scorsa stagione dopo aver fatto fuori con grande autorità (89-71) un’Armani Jeans Milano vulnerabile e arrendevole, pur se priva di alcuni suoi gioielli – tra gli altri, capitan Gentile, Melli, Wallace – impegnati altrove o infortunati.

mercoledì 11 settembre 2013

BASKET DI PRESTIGIO DOMANI E SABATO A BRINDISI PER IL "MEMORIAL PENTASSUGLIA"

Folarin Campbell, il migliore dei suoi nel torneo di Matera

Domani e sabato 14 settembre, avranno luogo le presentazioni di rito tra la nuova squadra dell’Enel Basket Brindisi e i suoi sostenitori. L’occasione opportuna verrà fornita dalla manifestazione “III° Memorial Pentassuglia – BMW Cup”, organizzata dalla società New Basket Brindisi in onore del “grande maestro” brindisino Elio Pentassuglia. L’edizione di quest’anno non sarà più legata ad una sola partita “secca”, come era avvenuto nelle due precedenti, vinte entrambe dalla squadra brindisina rispettivamente sulla Sutor Montegranaro nel 2011 e sulla Juve Caserta nel 2012.
Questa 3^ edizione è stata trasformata in un quadrangolare, per volontà del presidente Fernando Marino e degli altri soci, oltre che per una precisa scelta della società BMW Italia, che proprio nel circondario salentino intende allargare e ulteriormente potenziare la propria attività commerciale.  Infatti, “Title sponsor” della manifestazione sarà proprio la casa automobilistica tedesca BMW, della quale Nando Marino è il rappresentante ufficiale per l’intero Salento. A tal proposito, proprio in questa occasione, i tifosi e gli appassionati di basket potranno ammirare da vicino le nuove BMW Serie 4 e la nuova BMW X5.

domenica 8 settembre 2013

LA “GIOVANE ITALIA” DI PIANIGIANI NON SI FERMA PIU’ E BATTE ANCHE LA GRECIA

Marco Belinelli contro la Grecia
Che spettacolo, ragazzi! Questa Italia non ha alcuna intenzione di fermarsi in questa edizione dei Campionati Europei. Dopo aver fatto fuori squadre fortissime come Russia e Turchia, dopo aver eliminato anche la piccola rivelazione rappresentata dalla Finlandia, si riteneva che lo spauracchio-Grecia avrebbe creato problemi in serie a coach Pianigiani ed ai suoi baldi giovanotti. Invece, è finita proprio come non ci si sarebbe aspettati contro la squadra campione d’Europa uscente, allenata da pochi mesi da un coach italiano, l’ex-Cantù Andrea Trinchieri. Marco Belinelli ed i suoi compagni hanno sofferto soltanto nella prima parte della gara, con i greci che impostavano tutto sul proprio totem Bourousis ed avevano la meglio nell’area piccola con i propri lunghi. Nella ripresa, però, è partita la reazione degli azzurri, trascinati dal capitano Datome (19 punti) e, soprattutto, dal neo-Spurs Belinelli, protagonista assoluto di questa partita con 23 punti, 7 rimbalzi e autore di una serie infinita di prodezze in formato-NBA, con giochi “uno vs. uno” che hanno spezzato i ritmi e le gambe degli avversari. Quando, poi, sulla scia di Belinelli si sono pure infilati prima Aradori e poi il sempre più travolgente Gentile (16 punti), non è più bastato il bravissimo Zisis a coprire le falle che si erano aperte nella difesa greca.

LA FUTURA BRINDISI COMINCIA L’AVVENTURA DELLA LEGADUE DI BASKET

Giorgia Giorgino e Francesca Gismondi, due giovani promesse della Futura Brindisi

Riparte l’avventura della Futura Basket Brindisi, con la Legadue conquistata lo scorso anno, al termine di una stagione meravigliosa. Dopo i lunghi sogni estivi, susseguenti alla vittoria del campionato, si ricomincia con la preparazione alla nuova stagione che durerà per tutto il mese di settembre. L’esordio in campionato avverrà il prossimo 12 ottobre con la Saces Mapei Napoli, al PalaZumbo. Il gruppo di lavoro ha già mosso i primi passi con le sedute di atletica dirette da Primo Rossi e con coach Gigi Santini, pronto ad entrare in campo con quelle di tecnica vera e propria.
Si prospetta un anno ricco di novità. E’ cambiata la formula del campionato, che quest’anno prevede quattro conference a livello nazionale,  con le brindisine inserite in quella di centro-sud, che dovranno vedersela poi nella seconda fase con le squadre inserite nella conference di centro, composta da squadre laziali e sarde, per giocarsi i posti per la promozione o per la permanenza nella categoria.

venerdì 6 settembre 2013

LO SCERIFFO PERDICHIZZI TERRA’ A BATTESIMO LA NUOVA ENEL BASKET BRINDISI NEL TORNEO DI MATERA

Un'inchiodata di Ron Lewis con la maglia dell'Antalya
Comincerà da domani, a Matera, la verifica sul campo di quanto saprà fare l’Enel Basket Brindisi nel prossimo campionato. Alle ore 18, la squadra di Piero Bucchi affronterà il Barcellona Pozzo di Gotto di coach Giovanni Perdichizzi nell’ambito del Torneo “Città di Matera”, al quale prenderanno parte anche il Napoli e la squadra di casa. Brindisi è l’unica formazione di serie A, mentre le altre tre saranno impegnate nei campionati Gold e Silver, che hanno preso il posto della vecchia serie di Legadue.
Il più interessato a questa verifica sarà coach Bucchi, il quale, nel giorni scorsi, si è detto proprio curioso di vedere all’opera la sua squadra, quasi nuova del tutto e ancora sconosciuta per lui. “Debbo ancora scoprire”, ha dichiarato agli organi di stampa, “le caratteristiche tecniche e caratteriali di ciascuno dei miei giocatori prima ancora di vederli inseriti in un gioco di squadra che, insieme, andremo poi a verificare”. Tranne Todic, Campbell e Lewis, che hanno già avuto alcune esperienze nei campionati europei, gli altri giocatori è come se fossero dei “rookie”, cioè del tutto nuovi e ignari del modo di giocare in Europa e in Italia.

mercoledì 4 settembre 2013

DOMANI MATTINA VERRA’ PRESENTATO ALLA STAMPA IL III° “MEMORIAL PENTASSUGLIA”

Elio Pentassuglia a colloquio con il suo grande amico Gianfranco Benvenuti

Venerdì 13 e sabato 14 settembre avrà luogo nel palasport brindisino il III° Memorial dedicato a “Elio Pentassuglia”, il grande e indimenticato maestro brindisino di pallacanestro. Alle 11,30 di domani, giovedì 5 settembre, invece, la società di contrada Masseriola, rappresentata dal presidente Nando Marino, dal suo vice Luigi Bagnato e dal coach Piero Bucchi, presenterà ufficialmente alla stampa ed ai tifosi il Memorial di quest’anno, al quale sono state invitate l’Emporio Armani Milano, il Banco di Sardegna Sassari e la Pasta Reggia Caserta. “Title sponsor” della manifestazione sarà la casa automobilistica tedesca BMW, della quale Nando Marino è il rappresentante ufficiale per l’intero Salento. A tal proposito, proprio in questa occasione, i tifosi e gli appassionati di basket potranno ammirare le nuove BMW Serie 4 e la nuova BMW X5.