martedì 27 agosto 2013

IL GIOVANE PIVOT BRINDISINO ANTONIO LEGGIO CONVOCATO IN NAZIONALE

Il 14enne pivot brindisino Antonio Leggio

Questa mattina, di buon’ora, abbiamo appreso da un dispaccio pervenuto agli organi di stampa da parte della società di contrada Masseriola che il settore Squadre Nazionali ha convocato Antonio Leggio, giocatore della squadra juniores dell'Enel Basket Brindisi, in occasione del Centro di Alta Specializzazione riservato ai nati nel 1999 e programmato a Pescara dal 2 al 7 settembre prossimi. 
Più che giustamente la società commentava in tale comunicato che “la convocazione del giovane pivot brindisino è motivo di grande orgoglio per il giovanissimo atleta, perché premia i suoi sforzi degli ultimi mesi e gli permetterà di maturare un'importante esperienza formativa; in più, vi è viva soddisfazione nell'Enel Basket Brindisi, che continua a raccogliere i frutti di un’attenta programmazione nel settore giovanile, oramai avviata da tempo”.
Di questo bel movimento giovanile diamo volentieri atto alla società New Basket Brindisi di aver  puntato molto, in questi ultimi anni, sui giovani del territorio, di cui Leggio è l’elemento maggiormente rappresentativo, dopo aver ottimamente figurato nei recenti tornei nazionali di categoria. I dirigenti Santi Puglisi e Daniele Michelutti hanno svolto un ottimo lavoro di individuazione e di sostegno in favore delle giovani leve brindisine di basket.
Questa convocazione del 14enne Leggio nelle nazionali giovanili ci fa volentieri tornare indietro nel tempo, quando nelle nazionali cadetti e juniores Brindisi era spesso e più che degnamente rappresentata dai tanti giovani lanciati da Elio Pentassuglia e dal suo “delfino” Lillo Primaverili. Una per tutte, ricordiamo il quintetto iniziale della nazionale juniores italiana che vinse la medaglia d’oro ai campionati europei di Atene del 1971: Pierluigi Marzorati, Piero Labate, Claudio Malagoli, Fabrizio Della Fiori e Dino Meneghin. Cinque nomi, tra i quali quello del brindisino Labate, che hanno scritto importanti pagine nella storia della pallacanestro italiana.
Al giovane Leggio vanno ovviamente gli auguri e la soddisfazione di tutti gli sportivi brindisini. In bocca al lupo, Antonio!


Nessun commento:

Posta un commento