venerdì 12 luglio 2013

MASSIMO BULLERI VESTIRA’ LA MAGLIA DELL’ENEL BASKET BRINDISI

Massimo Bulleri in difesa in Reyer Venezia - Scavolini Pesaro

E’ Massimo Bulleri il play italiano che l’Enel Basket Brindisi ha ingaggiato per il prossimo campionato di Lega A con un contratto annuale. Sarà lui, pertanto, e non più Jacopo Giachetti, il 2° playmaker della squadra, giocatore di grandissima esperienza (36 anni ancora da compiere), per vari anni nazionale azzurro (in maglia azzurra conta 127 presenze e 1063 punti segnati) e titolare della Benetton Treviso, con la quale ha vinto di tutto e di più in Italia e in Europa. Alle 10,25 di questa mattina, la società ha ufficializzato il suo acquisto con un comunicato stampa. Il play toscano ha giocato a Venezia nel recente campionato di serie A e ricordiamo ancora con forte dispiacere, ma pure con sincera sportività, quel suo canestro da tre punti che determinò nei secondi finali della gara la vittoria della sua Reyer a Brindisi nel novembre dello scorso anno.
Bulleri – più noto come “Bullo” nell’ambiente cestistico nazionale - è nato a Cecina il 10 settembre 1977, ruolo play-guardia, statura m. 1.88, peso kg. 81. Ha iniziato a giocare a pallacanestro nel settore minibasket con la società della sua città natale e, poi, è passato nelle formazioni giovanili della Pallacanestro Livorno dal 1990 al 1994.
Dopo una prima esperienza con le squadre juniores della Benetton Treviso ha maturato importanti conoscenze formative a Ozzano, Mestre e Forlì. Nel 1999 è tornato a Treviso per far parte stabilmente dei “dieci” di prima squadra in Lega A. Le sue grandi capacità lo pongono subito all’attenzione generale tanto da ricevere la prima convocazione in Nazionale nel novembre del 2000, sino al 2008, con la conquista dell’argento alle Olimpiadi di Atene del 2004, con il bronzo agli europei di Svezia del 2003 e ancora con un bronzo ai Giochi del Mediterraneo a Tunisi nel 2001. E’ un susseguirsi di successi per Massimo Bulleri: dal 2001 al 2005 in maglia Benetton Treviso vince due scudetti, tre Coppa Italia, due Super Coppa Italia e una Coppa Saporta. Inoltre, è MVP tra i giocatori italiani dei campionati 2002-2003 e 2004-2005, nonché della Coppa Italia 2005. Alla scadenza del contratto, lascia Treviso giocando, negli anni successivi con l’Olimpia Milano, la Virtus Bologna, ancora a Milano e Treviso dove disputa i campionati 2010-2011 e 2011-2012 con 64 partite giocate in totale e in media 18,6 minuti a gara e 6,7 punti segnati. Infine, nel luglio 2012, firma con lo Scafati ma, due mesi dopo, preferisce spostarsi in casa Reyer Venezia (nella scorsa stagione 33 partite giocate, media 14,6 minuti e 5,7 punti), contribuendo notevolmente ad un ottimo campionato da parte dell’Umana Reyer Venezia.
Bucchi e Giuliani ora hanno deciso di portarlo a Brindisi, dove certamente saprà far valere la sua classe e la sua grande esperienza mettendole al servizio della squadra bianco-azzurra.

Nessun commento:

Posta un commento