martedì 9 luglio 2013

DOPO CAMPBELL, A BRINDISI POTREBBE ARRIVARE IL NAZIONALE GIACHETTI



Potrebbe essere Jacopo Giachetti il secondo acquisto dell’Enel Basket Brindisi, subito dopo quello dell’americano Folarin Campbell. Il 30enne playmaker pisano e la dirigenza della società brindisina sono per davvero a un sol passo dalla conclusione dell’accordo, visto che Sassari si è ritirata dall’affare dopo aver definito con Marques Green la copertura del ruolo di play lasciato libero da Travis Diener. Giachetti, che in passato ha vestito le maglie di Roma per sette stagioni e di Milano nelle ultime due, oltre a quella azzurra per varie stagioni, insieme al varesino De Nicolao e al giovane italiano di colore David Cournooh, era uno degli obiettivi inseguiti da Brindisi per il ruolo di 2° play al posto di Robert Fultz. Visto che De Nicolao aveva rifiutato Brindisi e che Cournooh  dovrebbe tornare a Siena, che è proprietaria del suo cartellino, appare del tutto scontato che al play toscano stia bene tornare a giocare con il tecnico che gli aveva sempre manifestato grande considerazione. Giachetti gode, infatti, della piena fiducia di Piero Bucchi, che l’ha avuto con sé prima a Roma e poi durante l’esperienza milanese dell’Olimpia di due stagioni or sono.
Del resto, si sapeva che Giuliani e Bucchi avevano deciso di portare a Brindisi un giocatore di interesse nazionale per ricoprire il ruolo assai delicato del play di riserva. Con Giachetti, insomma, coach Bucchi si sentirebbe più che tranquillo per la copertura del ruolo di 2° regista della squadra.
La stessa certezza, del resto, i due tecnici dell’Enel Brindisi l’hanno avuta nel momento in cui hanno deciso di portare in squadra Folarin Campbell, vale a dire la combo-guard di riserva della guardia titolare, che Giuliani e Nicolai stanno cercando di individuare negli States proprio in questi giorni, insieme al play da impiegare nello starting five, visionando decine di giocatori nel corso delle Summer League di Orlando e di Las Vegas.
Gigi Datome, intanto, ha scelto la squadra dei Detroit Pistons per l'inizio della sua carriera nel campionato americano NBA. Con lui diventano adesso quattro i giocatori italiani in NBA, dopo Bargnani, Belinelli e Gallinari.


Nessun commento:

Posta un commento