martedì 23 aprile 2013

ALESSANDRO GIULIANI VISTO IERI A BRINDISI. SARA’ LUI IL SOSTITUTO DI SANTI PUGLISI?



Cosa ci faceva nella giornata di ieri Alessandro Giuliani nell’aeroporto “Papola” di Brindisi? L’interrogativo è sorto spontaneo nella mente di chi lo ha visto, incontrato e salutato. E’ vero che l’ex diesse di Brindisi sta sempre in movimento, da quel gran bel giramondo che è per mandato lavorativo, ma trovarsi nella nostra città all’indomani della dichiarazione ufficiale di Santi Puglisi di abbandonare la scrivania e di mettersi a fare lo spettatore, ha lasciato in sospeso più di qualche dubbio. Anche perché Giuliani è ancora e a tutti gli effetti, con relativo contratto pluriennale, il general manager della Tezenis Verona, buona formazione di Legadue, impegnata seriamente a rincorrere una possibile promozione in Lega A o, per lo meno, a scongiurare il pericolo della possibile retrocessione in DNA, che, a partire dal prossimo campionato, dovrà essere sottoposta ad un’autentica rivoluzione strutturale.
Che Giuliani sia venuto a Brindisi per salutare i tanti amici che ha lasciato può certamente essere veritiero, ma è pure assai probabile che possa essersi incontrato con i dirigenti dell’Enel Basket Brindisi per uno scambio di idee e, chissà, magari pure per riallacciare in qualche modo un rapporto lavorativo che, in realtà, non si è mai interrotto del tutto, vista l’amicizia e la considerazione che nutrono nei suoi confronti sia Bucchi che Puglisi, per non dire del presidente Marino e degli altri soci, più che soddisfatti dell’eccellente lavoro svolto da Giuliani nella scorsa stagione, culminata con la conquista della Coppa Italia e con la vittoria del campionato di Legadue.
E’ vero che il “giemme” veronese ha un contratto triennale garantito con Verona, ma è vero pure che i contratti si possono rompere quando ci sia la volontà comune di farlo. E’ ormai ufficiale che, dal prossimo 30 giugno, Santi Puglisi lascerà Brindisi e l’attività dirigenziale diretta, tenuta magistralmente per 58 anni di seguito, nel corso dei quali si è tolto qualsiasi tipo di soddisfazioni sportive un alto dirigente possa accaparrarsi. Il suo posto potrebbe essere rilevato proprio da Alessandro Giuliani, sempre che su questa scelta ci sia la convergenza comune della società scaligera e di quella brindisina, oltre che quella del soggetto in questione. Al momento, se ci dovesse essere questa volontà, tutto si svolgerebbe sotto traccia. L'ufficialità del passaggio verrebbe fuori soltanto all’indomani del 30 giugno.
Piero Bucchi ed i suoi giocatori, intanto, stanno lavorando in palestra per preparare la partita con l’Oknoplast Bologna dell'ex coach brindisino Luca Bechi, che sarà pure l’ultima gara interna della stagione per l’Enel Basket Brindisi. Entrambe le squadre hanno già raggiunto l’obiettivo comune, che era quello della salvezza. Si spera, quindi, di assistere ad una bella partita, giocata senza alcun patema d’animo da parte di Brindisi e di Bologna.

Nessun commento:

Posta un commento