domenica 31 marzo 2013

LE PAGELLE DI BRINDISI – REGGIO EMILIA: 69 - 84

Esplode la contestazione della curva nord

Scottie REYNOLDS: voto 6. E’ l’unico che si sia elevato in qualche modo al di sopra della mediocrità generale che ha colpito la squadra. Ai 5 punti del primo tempo ha aggiunto i 17 della ripresa, quando ha tirato fuori dalla sua volontà di riscatto e dal suo ricco repertorio quelle qualità che gli abbiamo sempre riconosciuto, aggiungendovi anche quelle di realizzatore che spesso egli lascia da parte per favorire il gioco dei compagni.

venerdì 29 marzo 2013

BRINDISI E REGGIO EMILIA: LE DUE NEO-PROMOSSE NUOVAMENTE A CONFRONTO

Ecco il tiro della vittoria appena sganciato da Jonathan Gibson nella gara di andata tra le due squadre

E’ scontro diretto tra le due squadre neo-promosse in serie A, definite le vere rivelazioni del girone d’andata, quello che si giocherà domani sera alle ore 20,30 nel Palasport dedicato a “Big Elio” Pentassuglia, tra Enel Basket Brindisi e Trenkwalder Reggio Emilia, nell’anticipo televisivo della 25^ giornata di campionato. La squadra reggiana, poi, ha proseguito prodigiosamente il proprio cammino sull’onda emotiva e sulla spinta costante del proprio pubblico, a differenza di quella brindisina, che ha conosciuto soltanto amarezze nelle ultime cinque partite del girone di ritorno. Brindisi non ha più saputo trovare la strada della vittoria, pur continuando a giocare un buon basket e tenendo testa ad ogni avversario fino all’ultimo secondo di gara.

giovedì 28 marzo 2013

DA OGGI E’ IN EDICOLA TREZEROCINQUE DI MARZO


E’ in edicola da oggi, giovedì 28 marzo, un nuovo appuntamento con Trezerocinque (www.trezerocinque.it), il magazine mensile del basket. Il nuovo numero di Marzo esce non proprio nel momento migliore vissuto dalla New Basket Brindisi, reduce da una striscia negativa di cinque sconfitte consecutive. L’intervista del mese è dedicata a Robert Fultz, il playmaker giunto in estate da Teramo: in essa, il figlio di John Leslie Fultz, vecchia gloria del basket petroniano,  sottolinea la gran voglia che ha la squadra di volersi risollevare dal buio pesto in cui è andata a cacciarsi. 

lunedì 25 marzo 2013

NON RISCHIAMO DI ROVINARE QUANTO DI BUONO E’ STATO FATTO FINO AD ORA


La pesante sconfitta interna di ieri sera con Avellino ha in pratica bocciato definitivamente le ultime volontà di Brindisi di poter accedere alla zona-playoff. Ormai è proprio il caso di lasciar perdere e di concludere onorevolmente questo bellissimo campionato, cercando in tutti i modi di conquistare qualche altro punto in classifica per non disperdere del tutto quanto di buono è stato fatto. Per sua fortuna, i risultati provenienti dagli altri campi sono stati tutti favorevoli, perché Brindisi ha mantenuto il 9° posto in classifica, sia pure appaiata da Caserta, da Cremona e, prossimamente, anche da Avellino, che mercoledì 26 recupererà la partita con Bologna e, prevedibilmente, farà sua la partita. Ma bisogna assolutamente reagire a questo trend negativo, sabato 30 aprile, quando a Brindisi scenderà Reggio Emilia, che è ormai sempre più impegnata a fare i play-off, se non si vuol vedere la New Basket sprofondata nelle zone basse della graduatoria.

domenica 24 marzo 2013

LE PAGELLE DI BRINDISI – AVELLINO: 72 - 76

Jonathan Gibson precisissimo dalla lunetta, con 11/12 tiri

 Jonathan GIBSON: voto 6,5. Si è dannato l’anima per regalare la vittoria alla sua squadra ed ai suoi tifosi, ma ancora una volta è arrivata la sconfitta a penalizzare la condotta tenuta in campo dalla squadra. Fa davvero da forte contrasto il 7/8 al tiro da due e l’11/12 ai tiri liberi di Gibson a fronte dell’1/9 al tiro da tre punti. Purtroppo, è risultata fatale la sua imprecisione al tiro proprio nel momento decisivo della gara. Jonathan ha dimostrato ancora una volta di essere fuori fase in attacco e la squadra sta risentendo moltissimo di questo gap del suo miglior giocatore.

sabato 23 marzo 2013

BRINDISI E AVELLINO IN CAMPO PER OBIETTIVI DIVERSI


Le ultime due partite di campionato hanno un tantino avvelenato l’ambiente della tifoseria, rimasta piuttosto delusa e sorpresa dall’atteggiamento contraddittorio della squadra, ma soprattutto dal paventato abbandono di Scottie Reynolds, per fortuna poi rientrato. E’ sperabile che non ci sia più traccia dei contrasti che hanno colpito la squadra nelle ultime due settimane e che il monito derivato in settimana dalla società, per bocca del suo presidente Marino, abbia rasserenato gli animi restituendo tranquillità e stimoli a tutto l’ambiente, ivi compresa la tifoseria, al fine di portare a termine il campionato nel migliore dei modi.

mercoledì 20 marzo 2013

TANTO RUMORE PER NULLA, MA LA SOCIETA’ GUARDA GIA’ AL FUTURO

Nando Marino, presidente dell'Enel Basket Brindisi

 Più che per dar seguito alle voci incontrollate e fasulle che hanno riempito le pagine dei giornali negli ultimi due giorni, la conferenza stampa convocata oggi pomeriggio dalla società della New Basket Brindisi ha avuto il pregio di far conoscere al tifosi brindisini le decisioni della società in merito alle quattro sconfitte consecutive subite dalla squadra, che avevano creato seri grattacapi ai tanti appassionati supporters bianco-azzurri. Per voce del presidente Fernando Marino, la società ha finalmente avuto la possibilità di dialogare con gli organi di informazione e, di conseguenza, con i propri sostenitori, ai quali ha fatto conoscere le proprie intenzioni sull’immediato futuro di questo campionato, dissipando in tal modo ogni residuo timore di rinunzia ai play-off o di una chiusura di campionato in tono minore.

lunedì 18 marzo 2013

L’ENEL BRINDISI RINUNCIATARIA DELLE ULTIME PARTITE NON PIACE AI PROPRI TIFOSI

Piero Bucchi dà la carica ai propri giocatori
Con la sconfitta di Ancona, l’Enel Basket Brindisi è giunta alla sua quarta battuta d’arresto consecutiva: una situazione oggettivamente poco plausibile, se si considera che la squadra era ancora vitale e reattiva fino alla partita con Cantù di un mese fa. Cosa è accaduto all’improvviso a questi giocatori, che non riescono più a vincere pur affrontando avversari decisamente alla loro portata? Qualcosa si è rotto all’improvviso all’interno del team brindisino se lo stesso Bucchi ieri sera ha rilasciato queste dichiarazioni subito dopo la partita: “Ho dovuto fare scelte drastiche, lasciando a sedere Gibson e Robinson, che devono dare di più, mettendo dentro chi difendeva, cosi siamo rientrati. Fino a quattro gare fa ci riuscivamo con tutto il roster, poi non più. Le scelte drastiche le faremo anche in futuro.

domenica 17 marzo 2013

LE PAGELLE DI MONTEGRANARO - BRINDISI: 93 - 86


Klaudio NDOJA: voto 9. Klaudio si è meritato di gran lunga la palma del migliore in campo in assoluto, l’MVP della gara. Quello che ha fatto stasera il capitano ha qualcosa di commovente, di eroico, specie quando Bucchi ha deciso finalmente di cambiare qualcosa e di spaccare gli equilibri di questa partita, dopo che Montegranaro era arrivata al +21 (65-44) nel 3° quarto. Ndoja ha suonato la carica e la squadra gli ha risposto arrivando al -9 al fischio della 3^ sirena. Nell’ultimo quarto, poi, ha messo dentro 13 punti dei 19 complessivi (con un eccellente 5/5 nelle triple) lottando come un leone su ogni pallone, esaltando i compagni e arrivando più volte fino al -2 (l’ultima sul punteggio di 87-85) senza però riuscire ad impattare la gara. Bucchi ha forse commesso l’errore di non credere prima in lui, anche perché è ormai più di un mese che Ndoja è il più forte giocatore di Brindisi ed ha pieno diritto di stare più in campo che seduto in panchina.

sabato 16 marzo 2013

RECALCATI GIOCA PER LA SALVEZZA, BUCCHI PER RITROVARE LA SUA SQUADRA

La grinta in difesa di capitan Klaudio Ndoja
Nel pomeriggio di domani, l’Enel Basket Brindisi affronterà la seconda trasferta consecutiva dopo quella infausta di Pesaro. Ancora una volta, in terra marchigiana, sul parquet del PalaRossini di Ancona, dove la squadra bianco-azzurra dovrà vedersela con la Sutor Montegranaro di Charlie Recalcati. Inutile a dirsi, si tratterà di un altro confronto assai insidioso per Bucchi ed i suoi giocatori, visto che, nel girone di ritorno, Montegranaro ha cambiato marcia e consistenza tecnico-tattica, tanto è vero che risulta  imbattuta tra le mura amiche battendo, una dopo l’altra, Avellino, Caserta e Venezia, che non sono proprio tra le ultime arrivate.

lunedì 11 marzo 2013

BRINDISI E’ DAVANTI AD UN BIVIO: RINUNCIARE O TENTARE LA QUALIFICAZIONE AI PLAY-OFF?

Klaudio Ndoja in iump ieri sera a Pesaro
Brindisi non aveva mai perso per tre volte consecutive nel corso di questo campionato. Ogni volta era sempre riuscita a trovare la strada maestra per riportare distanze ed equilibri nella giusta misura. In fin dei conti, questa di Pesaro era una partita che si sarebbe potuto vincere e pure senza grosse difficoltà. E’ accaduto, però, che la squadra di Markovski ha cambiato molto il proprio aspetto, dopo l’innesto dei due play Stipcevic e Thomas insieme a quello della guardia Kinsey, che hanno completato una front-line di tutto rispetto, come si è potuto riscontrare nel corso della partita di domenica scorsa.

domenica 10 marzo 2013

LE PAGELLE DI PESARO - BRINDISI: 94 - 90

Antywane Robinson schiaccia a canestro
Antywane ROBINSON: voto 8. E’ stato di gran lunga il migliore in campo di Brindisi, seguito a ruota da Ndoja. Tutti e due insieme hanno tenuto in piedi le speranze di Brindisi di arrivare fino in fondo. “Anty” è stato praticamente perfetto in attacco, dove ha tenuto a lungo il 100% nel tiro, sia dal campo che dalla lunetta, ha conquistato 10 rimbalzi in difesa (bella la sua “doppia-doppia”), ha stoppato, ha servito buoni palloni per i compagni. Insomma, il suo 27 in valutazione complessiva è la fotografia migliore della sua eccellente partita. Speriamo che ripeta ancora questa bella prova, visto che il suo lavoro è assai prezioso per la squadra.

LA FUTURA BRINDISI PROMOSSA IN SERIE A/2

Nella foto, il trionfo della squadra brindisina insieme ai suoi tifosi
Con una larga vittoria per 84-61 sull'Athena Roma, la Futura Basket Brindisi ha conquistato la promozione in serie A/2. Il grandissimo risultato conquistato dalla squadra femminile va a tutto merito dei grandi sacrifici compiuti dalle ragazze, guidate sul campo da Marzia Tagliamento e in panchina dall'esperto coach Gigi Santini e dalla sua assistente Monica Bastiani, gloria del basket nazionale e capitana della squadra azzurra.
Alla Futura Brindisi, ai suoi dirigenti, ai tecnici ed alle ragazze vanno i complimenti di tutti quanti gli sportivi brindisini della pallacanestro.

sabato 9 marzo 2013

DOMANI SARA’ LA 21^ SFIDA TRA PESARO E BRINDISI

Scottie Reynolds, Jonathan Gibson e Antywane Robinson, attesi domani al riscatto nella gara di Pesaro 

Domani pomeriggio, l’Enel Basket Brindisi sarà nelle Marche per la prima delle due sfide consecutive che la vedranno opposta contro Pesaro e Montegranaro, due società e due squadre di lunga milizia nel massimo campionato italiano di pallacanestro. Gli scontri con Pesaro, in particolare, hanno storie controverse, soprattutto perché c’è stata sempre una vera rivalità tra le due squadre, i cui vivai giovanili sono stati sempre tra i più fiorenti in Italia, con la partecipazione di numerosi atleti molti dei quali sono poi divenuti grandi giocatori in serie A o, addirittura, in nazionale azzurra. Per Santi Puglisi, oltre tutto, la gara di domani sarà un vero e proprio derby personale, visto che a Pesaro, negli anni scorsi, egli ha ricevuto grandi soddisfazioni in qualità di general manager della gloriosa Scavolini.

martedì 5 marzo 2013

UN DOPPIO TURNO ESTERNO ATTENDERA’ ORA L’ENEL BRINDISI

Questo è il Viggiano che piace di più ai suoi tifosi 
Archiviata in tutta fretta la dolorosa sconfitta interna con Sassari, l’Enel Brindisi dovrà ora guardare al futuro con attenzione e fiducia, ma pure con rabbia e determinazione cercando di evitare per quanto sarà possibile la ripetizione di errori clamorosi come quelli commessi domenica scorsa. L’allegra scampagnata concessa ai cugini Diener (53 punti in due), che saranno pure bravi e decisivi ma che hanno goduto di eccessiva libertà da parte della difesa brindisina, non si può e non si deve più vedere. Come pure l’attacco brindisino, capace di mettere a segno 57 punti nei primi venti minuti, che si è quasi del tutto spento nella ripresa con 36 punti, specie dopo che Meo Sacchetti ha  predisposto una zona efficace quanto si vuole ma che avrebbe potuto essere battuta dai cecchini brindisini che non sono poi gli ultimi arrivati.

domenica 3 marzo 2013

LE PAGELLE DI BRINDISI - SASSARI: 93-95

La grinta di capitan Klaudio Ndoja
Klaudio NDOJA: voto 7. Il capitano ha fatto di tutto in questa partita per portare la squadra alla vittoria. E in parte c’era pure riuscito. Il suo 2° quarto (9 punti, con tre triple) era stato davvero fantastico. Klaudio si è preso sulle spalle la squadra e l’ha trascinata ad una prestazione eccezionale staccando di 14 punti (55-41 al 20’) un Sassari in evidente difficoltà. In quel momento, la squadra stava esprimendo il meglio del basket che potesse far vedere. Un altro allenatore sarebbe ritornato in campo per la 3^ frazione con lo stesso quintetto che aveva tramortito gli avversari. Invece, coach Bucchi, che è un uomo tutto d’un pezzo e che non si lascia condizionare dall’ambiente e dalla stampa, è ripartito, come ha sempre fatto, con lo starting-five iniziale lasciando fuori il capitano e tenendo in campo per tutta la frazione il Viggiano peggiore visto finora e il Gibson balbettante di queste ultime due partite, con il risultato di far resuscitare Sassari riportandolo in partita (74-71 alla fine del 3° quarto) e regalandogli su un piatto d’argento la vittoria più bella che Brindisi stava donando ai propri tifosi.

venerdì 1 marzo 2013

CONTRO SASSARI L’ENEL BRINDISI VUOL CONFERMARSI SQUADRA “AMMAZZA-GRANDI” DEL CAMPIONATO

Jonathan Gibson conclude in lay-up contro Sassari nella gara d'andata
E’ partita di cartello, quella di domani sera al Pentassuglia, contro la Dinamo Sassari. Prima di tutto, perché la squadra di Meo Sacchetti arriverà a Brindisi con il fregio del titolo di capolista della Lega A, sia pure in compagnia di Varese. In secondo luogo – e questo dato appare ancor più interessante agli occhi dei brindisini – perché si ripeterà ancora una volta lo scontro diretto tra Brindisi e Sassari (al momento, sono sul 2-2 per la serie A), che servirà a tener sempre desta la rivalità sportiva esistente tra le squadre delle due città. Il primo dato è oggettivamente assai interessante, perché Sassari si presenterà sul parquet del Pentassuglia con la veste di prima in classifica: un aspetto mai verificatosi prima, ma che in ogni modo rende onore alla squadra sarda testimoniando chiaramente i grandi progressi compiuti dalla squadra di coach Sacchetti insieme a quelli della società presieduta da Stefano Sardara.