martedì 12 febbraio 2013

BRINDISI E’ SUL MERCATO PER UN PLAY COMUNITARIO

Robert Fultz
L’Enel Basket Brindisi pare aver rotto gli indugi e sarebbe nuovamente sul mercato. Dagli ultimi rumors che escono dalle mura della sede di contrada Masseriola si apprende che la società starebbe per concludere una o forse due operazioni di mercato per rafforzare l’organico. Evidentemente, la Final Eight di Coppa Italia e la gran bella partita disputata dalla squadra contro la Dinamo Sassari ha stuzzicato le voglie della società. Come si suol dire in questi casi, l’appetito vien mangiando e si va alla ricerca di quel quid in più che mancherebbe alla squadra per ottenere risultati migliori.
E’ dall’inizio del campionato che Bucchi rivolgeva continuamente il suo pensiero alla formula ideale del 4+3+5 al posto di quella 5+5 attuale, ritenuta dal tecnico peggiorativa quando la squadra andava a sfidare le squadre più forti, tutte dotate di quella con sette giocatori tra americani e comunitari.
Stando a quanto si dice, l’operazione più immediata avverrebbe a breve con la Tezenis Verona del “diesse” Alessandro Giuliani, alla quale andrebbe Robert Fultz, richiestissimo dalla società scaligera per quadrare i conti e puntare seriamente alla serie A. Al posto di Fultz arriverebbe a Brindisi un playmaker comunitario, sul cui nome però c’è il top-secret più assoluto trattandosi di elemento di gran valore. Questo cambio del play di riserva andrebbe a rafforzare decisamente il roster brindisino per quanto attiene al settore della regia.
Ma non si fermerebbe soltanto a Fultz l’operazione di rafforzamento dell’organico brindisino. Le non troppo convincenti ultime prestazioni di Jerai Grant, che ormai trova pochissimo spazio nelle scelte di Bucchi, unite a varie richieste di utilizzo di Grant da parte di società di Legadue, starebbero convincendo la società a lasciare andar via il giovane centro americano, che in Legadue avrebbe maggior spazio e possibilità di esprimere meglio il proprio valore.
E’ molto probabile che i due giocatori vadano via da Brindisi subito dopo aver disputato la prossima gara di campionato contro la squadra della “Che bolletta” Cantù, che domenica pomeriggio sarà ospite del Pentassuglia. La squadra si sta preparando con grande attenzione a questo confronto dopo aver preso ulteriormente coscienza delle proprie capacità nella gara con Sassari al Forum di Assago.
Si spera di riuscire a recuperare in tempo utile Robinson, che pare esser vicino alla completa fase di recupero del malanno accusato a Milano, mentre un po’ più difficile sarà essere in campo per capitan Ndoja, che non riesce ancora a recuperare dalla distorsione alla caviglia.
Comunque, Bucchi ed i suoi giocatori punteranno decisamente alla vittoria su Cantù, pur se nessuno si nasconde il valore assoluto della squadra di Andrea Trinchieri.

Nessun commento:

Posta un commento