giovedì 18 ottobre 2012

IL CONFRONTO TRA CANTU' E BRINDISI COMINCIA GIA' DAGLI ABBONATI

 

Prima che si svolga direttamente sul parquet del vecchio e celebrato “Pianella”, il confronto di domenica prossima tra Mapooro Cantù ed Enel Basket Brindisi si proporrà anche tra i sostenitori delle due squadre, a botta di abbonamenti e di adesioni da parte delle due tifoserie, da porre certamente tra le più appassionate e presenti del campionato di serie A. Tanto per non cambiare, anche a Cantù i supporters brindisini saranno presenti in gran numero, specie da parte di coloro che vivono  in Piemonte e Lombardia.
Proprio questa mattina, del resto, sui quotidiani vicini alla squadra canturina è comparso il numero ufficiale degli abbonati che hanno sottoscritto per quest’anno l’impegno che li vincolerà per tutta la stagione con la squadra di Cantù. E’ la stessa presidentessa Anna Cremascoli a sottolineare la rinnovata fiducia dei tifosi brianzoli, giunta sino a quota 3.099: “Siamo estremamente felici del risultato raggiunto – ha dichiarato al quotidiano La Provincia – che conferma la fedeltà del pubblico canturino alla squadra e al nostro progetto. I tifosi infatti non solo hanno soddisfatto il nostro desiderio di arrivare a tremila tessere vendute, ma si sono addirittura superati visto che abbiamo raggiunto in pratica le 3.100 unità. Si è rivelata giusta anche la scelta di riaprire la campagna abbonamenti se consideriamo che in soli tre giorni abbiamo sottoscritto quasi 200 tessere”.
Sull’altra sponda della tifoseria, quella brindisina, non è meno prolifica la partecipazione dei sostenitori in favore della propria squadra, come ci ha assicurato il segretario Carlo Guadalupi, che abbiamo interpellato nella mattinata odierna: “Non posso fornire la cifra precisa dei nostri abbonati”, ci ha dichiarato, “perché non abbiamo ancora effettuato i conteggi precisi, ma, come è già accaduto negli anni scorsi, è pressoché scontato che dovremmo essere anche per quest’anno vicini ai 3000 abbonamenti”.
Giunge notizia, intanto, dal sito della società canturina che la farmacia centrale di Cantù del dottor Attilio Marcantonio è diventata partner ufficiale della Pallacanestro Cantù. “Siamo soddisfatti – commenta l’Amministratore Delegato della Pallacanestro Cantù, Luca Orthmann – che un marchio storico della città si sia legato in maniera ancora più forte alla nostra società. Mi piace inoltre sottolineare che alla farmacia centrale sono disponibili tutti i prodotti della linea di integratori della NGC, tra cui Mapooro che dà il nome alla squadra in Eurolega”. 
Davvero positivo e costruttivo, soprattutto per le casse delle due società, risulta così l’apporto fornito dai tifosi a sostegno della propria squadra. Poter contare su un aiuto così sostanzioso, anticipato di tanti mesi, rappresenta un beneficio determinante per gli obiettivi e per le strategie di una società.
Le due squadre arriveranno allo scontro di domenica con impegni del tutto diversi: mentre Brindisi potrà prepararsi in assoluta tranquillità e determinazione alla partita, Cantù avrà sulle spalle la grande fatica sopportata questa sera ad Atene contro il fortissimo Panathinaikos di Schortsanitis e Diamantidis. E’ vero che coach Trinchieri potrà contare su una squadra ampia e costruita anche per gli impegni di Eurolega, ma è scontato che una fatica del genere potrà lasciare più di qualche strascico di natura fisica, oltre che di quella mentale, rappresentata dalla doppia sconfitta della settimana scorsa con Lubiana e a Sassari.
Spetterà, allora, a Bucchi ed ai suoi giocatori cercare la maniera giusta per creare più di qualche difficoltà ai pur fortissimi avversari.

2 commenti:

  1. Pompeo ma capisco tutto, ma come si fà a sostenere che a Brindisi sono stati "venduti" quasi 3.000 abbonamenti! Per la partita di domenica scorsa erano disponibili biglietti per le mitiche file di parterre per i "diversamente vedenti". sul sito di Brundisium venivano offerti abbonamenti per la curva e soprattutto in TV si sono visti decine e decine di posti liberi! Carlo deve capire che omaggiare gli abbonamenti in cambio delle sponsorizzazioni non significa dichiarare il "tutto esaurito"!

    RispondiElimina
  2. E' davvero difficile far di conto senza avere i numeri precisi tra le mani. Dei 3500 spettatori, ritengo che tribune e curve siano tutte esaurite in abbonamento, diciamo attorno ai 2600-2700 posti. I vuoti stanno giù e tra quei 500-600 posti si conta il resto degli abbonati e di quelli che hanno ricevuto l'abbonamento ma forse non intendono partecipare.

    RispondiElimina