martedì 16 ottobre 2012

ANTONIO CORLIANO' LASCIA LA PRESIDENZA DELL'ENEL BRINDISI


Come un fulmine a ciel sereno, nel pomeriggio odierno è comparsa sul sito della società la notizia dell’abbandono della carica di presidente della società Enel Basket Brindisi da parte di Antonio Corlianò, storico dirigente della società e della squadra, che così ha dichiarato al TG di Studio 100:
“Come tutti sanno, la storia della mia famiglia è da sempre legata al basket. Questa mia passione è cresciuta ancora di più negli ultimi dieci anni, per il contagio che mi ha trasferito il patron Massimo Ferrarese.
In questi anni di mia presidenza ho avuto tutte le soddisfazioni possibili che un presidente di una società sportiva possa auspicare. Ricordate tutti che ho iniziato con una società di B2 e oggi sono il presidente della New Basket Brindisi in A1. Ho dedicato sempre tantissime ore al giorno a questa società e, a differenza del passato, oggi sento il dovere di dedicare più tempo alla mia famiglia e al lavoro. Il 23 quindi dirò ai miei soci, con i quali ho avuto un rapporto fantastico, che purtroppo non potrò più svolgere questo importante ruolo che credo di aver ricoperto col massimo dell’impegno. Cosi come accade nelle aziende e nelle istituzioni, anche nello sport bisogna lasciare il passo a chi sente di poter profondere tutte le sue energie per una società cosi importante che, per continuare a mantenersi su alti livelli, ne ha necessario bisogno”.
Circa, poi, il futuro della New Basket Brindisi, per Corlianò è Massimo Ferrarese la persona adatta a ricoprire il ruolo di presidente: 
“Premesso che tutti i nostri attuali soci, in virtù dell’esperienza maturata in questi anni sarebbero in grado di ricoprire questo importantissimo ruolo, credo che la persona più indicata, dato che tutto è partito da lui e con lui è continuato con ottimi risultati, maturando proprio domenica la vittoria numero 200 della sua gestione, sia il patron Massimo Ferrarese. Sicuramente nella sua vita ha dimostrato tantissime capacità di gestione e avendo liberato l’impegno istituzionale, potrà sicuramente compensarlo con il grande impegno sportivo. Per questo, credo proprio che Ferrarese sia la persona giusta dopo di me”.
 Al caro Antonio va il ringraziamento di tutti gli sportivi brindisini per l'impegno manifestato in oltre dieci anni di gestione diretta della più importante società di pallacanestro della nostra città.



5 commenti:

  1. Caro Pompeo,

    ho come un triste presagio:
    temo che fra due anni
    (poco piu, poco meno)
    la Nuova Idea ospiterà
    gare di DNA o DNB....

    (naturalmente: spero di sbagliarmi)

    RispondiElimina
  2. Cosimo, appena ho finito di leggere il tuo triste e malaugurato vaticinio, mi sono dato un gran daffare per grattarmi i cabbasisi. Scusami, sai, ma da dove ti deriva un simile presagio se pensi per un attimo che squadra e società navigano d'amore e d'accordo con i propri sostenitori e non hanno la minima intenzione di mollare?
    Se ti riferisci alla questione-Corlianò, può darsi che Antonio si sia pure stancato di andar dietro alle cose del basket e gli sia venuta una voglia maggiore di stare insieme ai suoi nipotini. Ma, se penso alla voglia matta di Nando Marino e di vari altri suoi amici di portare sempre più in alto il nostro basket, mi viene quasi la certezza che questo tuo presagio sia un po' troppo campato in aria.
    In bocca al lupo con il tuo e nostro Brindisi Calcio!!!

    RispondiElimina
  3. In effetti, razionalmente parlando, è assolutamente come dici tu soprattutto laddove rimarchi la presenza di tanti soci
    competenti
    appassionati
    tenaci
    brindisini.

    Ma i presagi (con o senza virgolette) esulano dalla razionalità (sennò che "presagi" sarebbero?) e, comunque, è significatico che Corlianò INDICHI in Massimo Ferrarese la persona ideale, e cito testualmente: "credo che la persona più indicata, dato che tutto è partito da lui e con lui è continuato con ottimi risultati, maturando proprio domenica la vittoria numero 200 della sua gestione, sia il patron Massimo Ferrarese. Sicuramente nella sua vita ha dimostrato tantissime capacità di gestione e avendo liberato l’impegno istituzionale, potrà sicuramente compensarlo con il grande impegno sportivo. Per questo, credo proprio che Ferrarese sia la persona giusta dopo di me”. Presagi/vaticini a parte -che io stesso mi auguro mille volte rivelarsi infondatissimi- è un po' difficile da capire come si faccia a parlare di libertà dall "impegno istituzionale" avendo lo stesso Ferrarese annunciato, urbi et orbi, la ferma volontà di restare nell'àgone politico puntando anzi a diventare parlamentare.
    Frase di circostanza?
    E perchè indicare un "successore"
    visto e considerato che la
    carica di Presidente è alquanto "simbolica"
    essendo, se non erro, la New Basket una SpA.

    RispondiElimina
  4. Ricordo che la squadra di basket di Roma aveva come presidente il parlamentare D'Antoni, per cui non esiste affatto il pericolo che Ferrarese debba rinunciare a presiedere la sua squadra, sempre che lo voglia, però. Infatti, non ha mai voluto farlo, "sua sponte", negli anni trascorsi. Piuttosto, Cosimo, sarà difficile trovare un presidente disponibile e sempre presente come ha fatto Antonio Corlianò in tutti questi anni.

    RispondiElimina
  5. Ma infatti: da parte mia mica si evocava una ipotetica incompatibilità di cariche. La mia perplessità, invece, consiste nella "indicazione del successore" visto che, come te stesso giustamente dici, occorre "trovare un presidente disponibile e sempre presente" e dubito che un Parlamentare abbia, appunto, tale disponibilità di tempo e possibilità di essere presente.
    Infine -e poi mi taccio: spesso i lettori non gradiscono i "duetti"- ricordo a me stesso (ed a tutti) che già mesi fa' era stata convocata (e poi annullata) una Conferenza Stampa che, secondo i rumours, avrebbe dovuto annunciare proprio quelle dimissioni che invece giungono solo oggi. Sono l'ultimo a poter disquisire sulla tempistica ma se Dio ci ha donato un cervello è contro natura impedirgli di funzionare! Forza Pallacanestro Brindisi, S E M P R E!

    RispondiElimina