lunedì 10 settembre 2012

TEST IMPORTANTI PER DECIDERE IL RECUPERO DI REYNOLDS


Sono giorni importanti, probabilmente decisivi per l’immediato futuro dell’Enel Basket Brindisi. I sanitari e i tecnici dovranno decidere cosa fare in merito all’infortunio di Scottie Reynolds, il giocatore americano che fin dai primi giorni del suo arrivo a Brindisi aveva accusato un infortunio di natura articolare che gli aveva impedito da subito di potersi allenare normalmente insieme al resto della squadra.
I medici interpellati, compreso anche quello della nazionale azzurra, lo hanno monitorato costantemente consigliandolo di svolgere allenamenti differenziati che lo avrebbero portato ad un recupero progressivo entro una decina di giorni, il cui termine dovrebbe definirsi già nel corso di questa settimana.
Ciò non ha impedito, tuttavia, a Bucchi e al suo staff di essere abbastanza preoccupati e, quindi, in allarme, al punto da preparare anche un eventuale piano strategico alternativo se Reynolds non dovesse recuperare in tempo. Ad ogni modo, Scottie dovrebbe aver cominciato già da oggi ad allenarsi insieme ai compagni. Ovviamente, tutti si augurano che egli riesca a superare ogni difficoltà e che possa cominciare il suo piano di recupero fisico e tecnico.
Probabilmente, anche per vedere all’opera Reynolds in una partita vera, Bucchi e Nicolai hanno inteso organizzare per mercoledì 12 uno “scrimmage” al “Pentassuglia” insieme con la Liomatic Bari di Giovanni Provenzano, il tecnico brindisino, la cui squadra parteciperà  al prossimo campionato di DNA (ex serie B/Eccellenza). La decisione della società di giocare questo incontro a porte rigorosamente chiuse sarà certamente legata alla volontà dei tecnici di mettere il giocatore nelle migliori condizioni psicologiche per effettuare un allenamento sostenuto, che per lui e per la squadra rappresenterà un test assai importante.
Intanto, Jeff Viggiano (nella foto, con la maglia della Benetton Treviso) è già a Brindisi e si è messo a disposizione della società e dei tecnici. L’italo-americano non ha certo bisogno di allenamenti immediati, visto che è appena reduce dalla lunga serie di gare che lo hanno visto impegnato con la maglia azzurra. Bucchi gli ha dato due giorni di riposo e lo vedrà in campo già da mercoledì prossimo.

Nessun commento:

Posta un commento