giovedì 2 agosto 2012

PIERO BUCCHI E GLI SCHERZI DEL CALENDARIO


Che bello scherzo il calendario ha giocato all'Enel Basket Brindisi ed ai suoi tifosi! Stando a quanto previsto dalla prima giornata del campionato, la squadra di Piero Bucchi avrebbe dovuto esordire in casa con la Cimberio Varese domenica 30 settembre, ma in realtà non sarà così. Le cose stanno in tutt'altro modo, perchè Brindisi non partirà dalla 1^ giornata, bensì dalla 2^. E non esordirà in casa, ma in trasferta, a Siena, contro la squadra campione d'Italia, giovedì 27 settembre, tre giorni prima della gara con Varese.
Sembra un po' come il gioco delle tre carte, ma l'arcano è presto spiegato. Anche per questo ti accorgi subito che non siamo più in Legadue, ma in Lega A, dove accadono spesso eventi al di fuori della norma, ma comunque rientranti in una logica accettata da tutti.
A causa dei suoi impegni europei di Coppa, Siena deve trovare dei "buchi" per infilarvi dentro anche gli impegni di campionato. E così i gestori del calendario hanno trovato il primo "buco" disponibile per consentire a Siena di giocare il suo 2° impegno di campionato andando contro ogni logica, addirittura prima che lo stesso cominci con la sua 1^ giornata. E così accadrà che il vero esordio del prossimo campionato di serie A di pallacanestro si verificherà con la disputa di una gara della seconda giornata invece che della prima.
E questo doveva capitare proprio all'Enel Basket Brindisi, che così, in quel fatidico 27 settembre, un mese tanto caro ai fans di Maurizio Vandelli e della sua celebre band Equipe '84, andrà a sfidare nella sua tana proprio la Montepaschi Siena, la squadra campione d'Italia. Insomma, la detentrice dello scudetto tricolore contro la squadra neo-promossa in Lega A, i primi contro gli ultimi.
Un fatto, però, è certo. Se Bucchi cercava un proscenio prestigioso per celebrare ufficialmente il proprio ritorno nel massimo campionato, ha trovato l'occasione migliore, più unica che rara, per far conoscere la propria squadra che avrà addosso gli occhi di tutta la Lega A.
C'è da sperare soltanto che Siena non si ritrovi subito al massimo delle proprie capacità, visto che il ridimensionamento degli obiettivi dello sponsor MPS ha ridotto di un bel po' il potenziale tecnico della squadra toscana.

Nessun commento:

Posta un commento