martedì 21 agosto 2012

OSTUNI VUOLE LA LEGADUE AD OGNI COSTO


Domenico Tanzarella, oltre ad essere il sindaco di Ostuni, è pure il primo tifoso dell'Assi Basket Ostuni, il più deciso a portare avanti una battaglia senza quartiere – quella di restare in Legadue - fermamente convinto di avere tutte le carte in regola per far valere il proprio diritto di disputare nuovamente la Legadue, soprattutto perché la sua squadra se l’è meritato sul campo, grazie al 9° posto conquistato in classifica e alla successiva disputa dei play-off.
Tanzarella ne è tanto certo che, per il prossimo campionato, ha costruito una squadra di buon valore, con Lillino Ciracì alla guida tecnica, il dottor Dino Furioso riconfermato come medico sociale, con il 40enne capitan Morena tornato nuovamente alla base, con l’ex veneziano Causin, il pivot Bonsignori, il play Moruzzi, tutti  giocatori di buon livello, con la guardia reyerina che ha addirittura giocato in Lega A nello scorso campionato. In caso di conferma del diritto, non gli rimarrebbe che aggiungere quattro stranieri per impastare una squadra di buon livello.
Per quanto se ne sa, il maggior oppositore di Ostuni in Legadue pare essere la squadra di Bologna, erede della gloriosa Fortitudo, che avrebbe però commesso il gravissimo errore di aver sbagliato le modalità della propria domanda di accesso alla categoria, a differenza di Ostuni che è assolutamente inappuntabile.
Insomma, ne vedremo delle belle da qui ad una settimana.


2 commenti:

  1. Prima i soldi non c'erano e si e' di fatto consegnato il titolo, ed ora si battono i pugni per riottenere il diritto.
    Per cosa?
    E con quale foraggio ,sempre che la storia avra' un lieto fine?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che Domenico Tanzarella sia un ottimo avvocato lo sanno molto bene in tutto il Brindisino. Egli deve aver avuto sentore di qualche "pastetta" che si sta facendo a livello federale e sta opponendosi con tutte le proprie forze. Mi risulta che, se la Legadue gli concedesse d'ufficio la DNA, Ostuni si accontenterebbe di questo campionato, ben sapendo che risparmierebbe il doppio rispetto alla Legadue. Dal 2013, infatti, si farà la riforma dei campionati e Tanzarella sa bene che le prime otto squadre di DNA otterrebbero la Legadue senza aver speso un euro di più. Se, invece, come si sostiene, a Ostuni venisse data la DNB (praticamente la ex B/2), Tanzarella farebbe il diavolo a quattro per ottenere subito la Legadue.

      Elimina