sabato 18 agosto 2012

L'ENEL BRINDISI AL LAVORO A CISTERNINO


A distanza di due giorni dal primo impatto con la realtà cistranese, la squadra dell’Enel Basket Brindisi comincia un po’ per volta ad assuefarsi alle dure fatiche del gran caldo. Nonostante i 420 metri di altezza di Cisternino, infatti, la forte calura impera nel corso della giornata e cede il passo soltanto nelle ore del pomeriggio avanzato al fresco rilassante.
Piero Bucchi e Marco Sist stanno facendo di tutto per rendere meno pesanti i carichi di lavoro agli atleti, come quello di rimandare l’inizio dell’allenamento pomeridiano alle ore 19, ma c’è poco da fare. Questi sono i diktat imposti da una seria preparazione estiva, che va fatta necessariamente per rispettare i tempi richiesti.
Bucchi ha un diavolo per capello per via delle assenze forzate di Klaudio ‘Ndoja e di Jeff Viggiano, alle quali ora si è pure aggiunta quella del “bulgaro” Cedric Simmons, l’ultimo arrivato in casa-Enel Brindisi, che sta giocando anch’egli per le qualificazioni della “sua” nazionale in vista degli Europei del 2013. Sono tre, quindi, gli uomini che son venuti a mancare al coach brindisino, preoccupato dei seri ritardi che ne deriveranno alla sua squadra per lo svolgimento della preparazione.
Così come ha fatto l’Armani  Jeans Milano, che ha convocato nel suo “ritiro” in questi giorni Denis Marconato e “Ghiaccio” Chiacig per il completamento temporaneo del roster, così è assai probabile che anche Bucchi faccia ricorso a Giorgio Boscagin e a qualche altro giocatore senza contratto per la buona riuscita degli allenamenti.

Nessun commento:

Posta un commento