domenica 4 febbraio 2018

BRINDISI LOTTA CON TUTTE LE FORZE, MA VENEZIA NON CEDE E VINCE NEL FINALE

Nella foto, Blaz Mesicek penetra nella difesa avversaria
Venezia stringe i denti davanti ad un Brindisi testardo e coriaceo riuscendo a portare a termine vittoriosamente (76-71) una partita che, comunque, non l'ha mai vista del tutto padrona della gara. E lo dimostrano i numeri, perchè la squadra di De Raffaele, a parte l'abbrivo iniziale, quando è andata avanti per una decina di punti (21-11 all'8' di gioco), ha sempre avuto l'avversario addosso (23-16, 36-33, 59-54 i parziali,  con il 76-71 finale). Dal 2° quarto in poi, invece, vi è stato un equilibrio assoluto, con le due squadre che non sono mai riuscite a raggiungere vantaggi consistenti e a sopravanzare decisamente l'avversario. Lo dimostra il fatto che Brindisi è stata sempre in partita, distaccata di non più di 3-4 punti, se non proprio in testa almeno per un paio di volte, soprattutto all'inizio della 3^ frazione di gioco: in quel frangente, infatti, Brindisi ha espresso il suo basket migliore, potendo disporre di uno Smith (8 punti e 5 rimbalzi) molto efficace in quel momento e di un Mesicek davvero eccellente (16 punti, con 5/9 al tiro e 16 punti di valutazione complessiva).

venerdì 2 febbraio 2018

VENEZIA E' TRA LE SQUADRE PIU' FORTI, MA BRINDISI VUOL PROVARE A VINCERE LA SUA 3^ TRASFERTA CONSECUTIVA

Nella foto, il nuovo giocatore di Brindisi Tautvydas Lydeka
Manca soltanto l'ufficialità da parte della società, ma in pratica Tautvydas Lydeka, fin dall'inizio della prossima settimana, sarà un nuovo giocatore dell’Happy Casa Brindisi. In base a quanto viene riportato dalla newsletter Spicchi d’Arancia, il 34enne pivot lituano dovrebbe giocare nella giornata di oggi, sabato 3 febbraio, l’ultima partita con la maglia di Limoges, nella cui squadra egli stava giocando dalla fine del novembre scorso. Lydeka sarà a disposizione di coach Vitucci a partire dalla settimana prossima e dovrebbe debuttare l’11 febbraio p.v. al PalaPentassuglia contro l’EA7 Emporio Armani Milano. Sostituirà Obinna Oleka, che, domenica mattina, a Venezia, farà la sua ultima apparizione con la maglia della squadra brindisina. Lydeka è venuto per la prima volta in Italia nel 2008 per giocare con la maglia di Cantù. Nell'estate del 2010 si trasferisce a Pesaro, dove resta due stagioni prima di passare poi a Sassari nello scorso campionato. Non si tratta certamente di un fuoriclasse, ma Lydeka sa fare bene poche cose ed è sempre stato considerato un giocatore serio e affidabile dovunque sia andato.

domenica 28 gennaio 2018

NIC MOORE PRENDE LA SQUADRA PER MANO E LA CONDUCE AD UNA GRANDE VITTORIA SU PISTOIA

Nella foto, Nic Moore si esibisce in uno dei suoi proverbiali tiri da tre punti

Spareggio doveva essere e spareggio è stato dal primo all'ultimo minuto di questa avvincente e durissima partita vinta da Brindisi su Pistoia per 88-74, che ha visto il palasport Pentassuglia fremere di passione e di entusiasmo come ai bei tempi, soprattutto quando il folletto Nic Moore ha imitato in tutto e per tutto Lupetto Malagoli strabiliando i suoi fans con quelle cinque bombe incendiarie che hanno creato il primo varco importante (72-63) nel 3° tempo tra le due squadre. Brindisi era finita sotto di cinque punti alla fine della 2^ frazione (39-44), dimostrando di soffrire molto la pressione avversaria. Nic Moore era andato a segno soltanto una volta, mentre il suo omonimo avversario era arrivato a nove punti. Ma quello che è uscito dallo spogliatoio alla ripresa delle ostilità era il vero Moore, quello che aveva distrutto domenica scorsa la Fiat Torino con i suoi 26 punti tutti arrivati nella ripresa.

sabato 27 gennaio 2018

E' GIA' SPAREGGIO DOMANI IL CONFRONTO TRA BRINDISI E PISTOIA

Scott Suggs va a canestro in lay-up contro Varese

Battere Pistoia domani pomeriggio (fischio d'inizio alle ore 19,00) rappresenta una necessità assoluta per l'Happy Casa Brindisi, soprattutto perchè si tratta di un avversario diretto che verrà a Brindisi pronto a vender cara la pelle. Entrambe le squadre sono a dieci punti in classifica (in compagnia di Orlandina e Varese) e Brindisi per di più deve stare attenta anche alla quantità del punteggio con cui dovrà puntare alla vittoria. Nella gara d'andata, infatti, la squadra di coach Esposito ha vinto per 83-77 e, quindi, Vitucci e i suoi giocatori dovranno cercare di vincere con almeno sette punti di vantaggio per avere dalla propria parte la classifica avulsa in caso di arrivo alla pari alla fine della della stagione regolare. E' vero che c'è ancora tanto tempo per discutere di questi aspetti, ma intanto bisognerà far di tutto per mettere fieno in cascina e costruire la salvezza una domenica dopo l'altra.

domenica 21 gennaio 2018

LA HAPPY CASA BRINDISI SBANCA TORINO E DA' UN GRAN BEL CALCIO ALLA SFORTUNA

Nella foto, un grande Nic Moore porta Brindisi alla vittoria

L'Happy Casa Brindisi è tornata grande conquistando un successo davvero eccezionale, con la vittoria sul parquet del Pala Ruffini torinese. 68-82 è stato il risultato finale di questo durissimo confronto, con 14 punti di differenza che potrebbero pesare moltissimo in sede di classifica avulsa, sempre che Brindisi cambi marcia e recuperi un po' di terreno in classifica. Intanto, c'è questo grandissimo risultato, voluto e cercato da Brindisi e da coach Frank Vitucci con tutte le proprie forze. Il campo ha espresso la sua sentenza, che è quella di un Brindisi sulla via del pieno recupero delle sue migliori qualità, come si è già potuto vedere nelle ultime quattro partite, tre delle quali hanno visto Vitucci ed i suoi vittoriosi per tre volte su quattro, contro quella di domenica scorsa persa con Cantù, i cui risvolti ora è inutile stare ancora a ricordare.

domenica 14 gennaio 2018

CANTU' ESCE DAL CAMPO CON LA VITTORIA IN PUGNO, MA BRINDISI HA GIOCATO ALLA PARI UNA GRANDE PARTITA

Cady Lalanne tira da tre punti contro Varese
Vedere una partita di basket giocata benissimo da due squadre come stasera hanno fatto vedere Brindisi e Cantù riconcilia con questo sport anche il tifoso più scettico. Poteva vincere Brindisi e lo stava facendo con l'86-85 fino a 5" dalla sirena finale dopo che Nic Moore aveva messo a segno i due liberi dalla lunetta. Ha vinto Cantù (86-88) con quella prodezza inenarrabile di Charles Thomas, che ha scagliato il pallone ricevuto dalla rimessa senza pensarci due volte su, andando a bruciare la retina nel più bel modo che Cantù potesse augurarsi. Insomma, chi ha assistito a questa gara, sia dal campo che dai teleschermi di Eurobasket Player, ha goduto di uno spettacolo unico, davvero meraviglioso.

sabato 13 gennaio 2018

DOMANI SERA, HAPPY CASA BRINDISI VUOL BATTERE CANTU', MA IL COMPITO NON SARA' AFFATTO FACILE

Coach Frank Vitucci alla conferenza stampa di ieri

Un Vitucci sereno, tranquillo e addirittura sorridente in alcuni momenti della sua conferenza stampa di ieri si è presentato al cospetto degli operatori dell'informazione. La squadra è, tutto sommato, in buona condizione fisica e morale, tranne Marco Giuri, che non ha ancora smaltito del tutto i postumi della varicella e non si sa se Vitucci deciderà di rischiarlo per qualche minuto. Certo è che la partita di domani contro la Red October Cantù di coach Sodini non si presenta affatto facile, soprattutto perchè la squadra ospite ha una buona classifica (7 vittorie e 7 sconfitte) e verrà a Brindisi scevra da preoccupazioni di risultato immediato. Brindisi, invece, dovrà fare i salti mortali per tener dietro agli ospiti avendo una squadra corta e priva di ricambi alla stessa altezza dei titolari.