sabato 7 aprile 2018

L'HAPPY CASA BRINDISI DOMANI SERA PROVERA' A VINCERE, MA TRENTO IN CASA SUA E' PRESSOCHE' IMBATTIBILE

Nella foto, Scott Suggs schiaccia contro Sassari

Domani sera, nella trasferta di Trento, la Happy Casa Brindisi potrà affrontare con maggiore tranquillità l'avversario di turno della 25^ giornata. Questa serenità d'animo le verrà fuori dalla circostanza favorevole regalatale dalla vittoria di domenica scorsa sulla Dinamo Sassari. Grazie a quei due punti davvero preziosi, Brindisi ha messo nel carniere un bottino ricchissimo che l'ha resa pressochè salva da qualsiasi rischio di retrocessione. Infatti, oltre ai sei punti in più in classifica, la società bianco-azzurra potrà far valere su Pesaro e Orlandina anche il migliore quoziente-canestri nello scontro diretto, valido per la classifica avulsa nel caso di arrivo a parità di punti.
D'altro canto,  contro la Dolomiti Trento, avversaria di tutto rispetto, che punta ad una classifica decisamente migliore, Brindisi non ha la necessità assoluta di dover vincere. Importante sarà restare in gara per quanto più tempo possibile e giocarsi quelle poche carte per puntare se non proprio alla vittoria, per lo meno a fare la sua bella figura al cospetto di una "grande" del campionato.

sabato 31 marzo 2018

BRINDISI VINCE AL SUPPLEMENTARE, SOTTOMETTENDO CON AUTORITA' UN SASSARI INDOMITO

Nella foto, Milenko Tepic tira contro Milano

Brindisi supera brillantemente l'ostacolo-Sassari (105-98) e si porta a casa una vittoria magistrale, meravigliosa, che potrà valere, da sola, quasi certamente, la salvezza e la permanenza nel massimo campionato. Sembrava non dover mai finire questo confronto, durissimo, avvincente, sempre incerto, con Brindisi che aveva impiegato grande sacrificio nei tempi regolamentari, in particolare nei primi trenta minuti, quando aveva chiuso prima sul 23-21, poi sul 48-38 e, infine, sul 66-60. E' stato a questo punto che Sassari è venuta decisamente fuori e ha conquistato la ribalta, con un ultimo quarto da 27 punti contro i 21 di Brindisi, spinta dalla forza di Planinic, di Stipcevic e di Bostic. Brindisi, però, non si è persa d'animo e, spinta dal tifo incessante del Pentassuglia, è riuscita nell'intento di impattare il risultato sull'87 pari. Decisivi sono stati, poi, i due canestri di Donta Smith e di Mesicek, che hanno consentito il sorpasso decisivo (100-98).

venerdì 30 marzo 2018

SASSARI HA DIECI PUNTI IN PIU' IN CLASSIFICA, MA BRINDISI VUOLE FORTEMENTE QUESTA VITTORIA

Nella foto, Lydeka si prepara in difesa a bloccare l'entrata del bresciano Michele Vitali

Alle ore 20,30 di domani sera Brindisi e Sassari scenderanno sul parquet del palasport Elio Pentassuglia nell'ambito della 24^ giornata di campionato. L'anticipo delle partite era doveroso, per dar modo a tutto l'ambiente del basket nazionale di vivere per intero nel clima familiare la giornata di Pasqua. Intanto, però, Brindisi e Sassari vivranno emozioni a non finire insieme al pubblico, in virtù della tradizione che ha visto in passato queste due squadre darsi battaglia acerrima fin da quando erano entrambe in campionati inferiori, forti di una rivalità sempre crescente.
Il campionato di quest'anno ha visto Sassari esprimersi compiutamente, tanto che la squadra sarda è avanti di dieci punti rispetto a Brindisi (24-14). La società è riuscita ad allestire fin da subito una squadra solida, forte e completa, a differenza di Brindisi, che ha avuto e continua ancora ad avere problemi di scelte, con giocatori che sono andati e venuti fino agli ultimi arrivi di Smith, Lydeka e, per ultimo, di Jannuzzi.

sabato 24 marzo 2018

LA VIRTUS BOLOGNA E' UN OSSO DURO PER BRINDISI, MA IN QUESTO CAMPIONATO TUTTO PUO' SUCCEDERE

Nella foto, Donta Smith, l'uomo-squadra di Brindisi

Alle ore 17 di domani il PalaDozza bolognese tornerà a vibrare di passione cestistica e di tifo ruggente alimentato dalle opposte tifoserie della Virtus Segafredo Bologna e della Happy Casa New Basket Brindisi. Entrambe le squadre arrivano a questo appuntamento gratificate da una vittoria significativa e importante: la Virtus, uscita indenne nella trasferta bresciana contro la Germani, squadra-rivelazione del campionato; la New Basket, risultata vincente nello scontro diretto con la Vuelle Pesaro per la salvezza e la permanenza in serie A. Insomma, due formazioni in buona salute, che domani si daranno aspra battaglia nel tempio del basket bolognese. Soltanto una volta Brindisi è uscita vittoriosa dal confronto con la squadra petroniana, evento che risale a qualche anno fa. Del resto, la Virtus risulta da sempre una delle società-leader del massimo campionato (la classifica attuale la vede situata al 5° posto), mentre Brindisi ha perseguito da sempre obiettivi e propositi di sopravvivenza in serie A.

domenica 18 marzo 2018

VINCE BRINDISI IL DERBY DELL'ADRIATICO, SUPERANDO CON PIENO MERITO UN PESARO MAI DOMO

Nella foto, Nic Moore marcato dal pesarese Ceron nella gara d'andata

Il confronto di questa sera tra Brindisi e Pesaro è stato un vero e proprio spareggio per la salvezza. Uno scontro tra due squadre determinate a tutto pur di vincere questa partita - valida per la 22^ giornata di campionato di serie A - fondamentale per evitare la retrocessione in serie A/2. Ha vinto Brindisi con il punteggio di 93-83, in un finale veramente drammatico, che ha assunto toni tecnici, ma soprattutto atletici, altissimi. Per il pubblico che assisteva alla gara, da una parte c'erano 3400 tifosi brindisini, che hanno tifato a squarciagola trascinando i propri beniamini alla vittoria; dall'altra, erano presenti complessivamente un centinaio di sostenitori giunti da Pesaro. Ebbene, lo spettacolo cui hanno assistito è valso per davvero il prezzo del biglietto, esaltandosi a dismisura per le prodezze dei propri beniamini.

sabato 10 marzo 2018

DOMANI POMERIGGIO AVELLINO E BRINDISI DARANNO VITA AD UN NUOVO DERBY DEL SUD

Nick Moore supera il reggiano Della Valle
Nel pomeriggio di domani, Avellino e Brindisi si ritroveranno di fronte per la gara di ritorno. Il confronto dell'andata se lo aggiudicò a sorpresa la squadra brindisina, a quel tempo ancora allenata da Sandro Dell'Agnello, portando la squadra irpina ai tempi supplementari con un mirabile gancio di Milenko Tepic. Nell'overtime, poi, Brindisi riuscì a prevalere per 92-88. Dopo quel confronto, però, l'Avellino spiccò il volo verso la testa della classifica e lì è praticamente rimasto, forte di un roster completo e intercambiabile. Brindisi, invece, ha continuato ad andare a ritmi alternati, soprattutto perchè gli errori commessi nelle scelte estive hanno fortemente condizionato la stabilità della squadra. Ancora oggi, infatti, coach Vitucci deve preoccuparsi di amalgamare l'intero complesso dopo l'arrivo e l'esordio di lunedì scorso dell'ultimo arrivato Antonio Iannuzzi, che ha fatto seguito a quello di Lydeka, giunto appena due settimane prima. Si può dire, quindi, senza andare alla ricerca di scusanti più o meno valide, che l'Happy Casa Brindisi è ancora alla ricerca della sua precisa identità.

lunedì 5 marzo 2018

STASERA L'HAPPY CASA BRINDISI VUOL TORNARE A VINCERE FUORI CASA, MA BRESCIA FARA' DI TUTTO PER IMPEDIRGLIELO

Nella foto, Blaz Mesicek getta lo scompiglio nella difesa avversaria

Alle ore 20,45 di questa sera, Brescia e Brindisi si troveranno di fronte sul parquet del PalaGeorge bresciano per dar vita al posticipo della 20^ giornata di campionato. Entrambe le formazioni guardano a questo confronto con grande voglia di vittoria, dopo le ultime delusioni da esse vissute. Brescia, perchè ha accusato un po' di fatica dopo aver perso un po' dello smalto che l'aveva proiettata come la squadra-rivelazione del campionato di serie A. Nelle ultime due gare, la squadra di coach Diana ha prima perso in casa con Trento e poi ha nuovamente lasciato i due punti a Varese. Ora, quindi, l'ottimo Landry e i due fratelloni Luca e Michele Vitali vogliono a tutti i costi prendersi questi due punti per restare nell'Olimpo del basket ancora a lungo.
Brindisi, dal canto suo, ha tutte le buone ragioni di voler uscire ad ogni costo dalla piccola crisi che l'aveva colpita prima della sospensione del campionato con la disputa delle Final Height di Coppa Italia.